Da Ballarò a Cefalù per spacciare eroina, coca e crack ad adolescenti: 5 arresti

I carabinieri hanno scoperto e smantellato un giro d'affari che, nel periodo estivo, superava i diecimila euro al mese. Sequestrati anche due chili di hashish e 300 grammi di marijuana

Compravano la droga a Palermo, tra i vicoli di Ballarò, per poi rivenderla ai giovani clienti di Cefalù per un giro d'affari che, nel periodo estivo, superava i diecimila euro al mese. Con l'accusa di spaccio di cocaina, eroina, crack, hashish e marijuana, i carabinieri hanno arrestato cinque uomini In manette sono finiti Stefano Bruno, 32 anni, Emanuele Glorioso, 23 anni, Giovanni Liberto, 27 anni, Sebastian Raul Valentin Iabanescu, 20 anni, Luigi Tentori, 22 anni. L'operazione è stata denominata "Porta Giudecca".

L'indagine è stata avviata nell'agosto del 2016, quando i militari sono intervenuti in via Porta Giudecca (da qui il nome dell'indagine ndr), nei pressi del porto commerciale di Cefalù, trovando 50 grammi di cocaina e mezzo chilo di hashish, occultati sotto una scala che conduce verso gli scogli. Così i militari sono risaliti ai cinque, dediti "allo spaccio di ogni tipologia di stupefacente a Cefalù. E' stato individuato il canale di rifornimento a Ballarò: Stefano Bruno, residente nello storico quartiere palermitano.

Il comandante Bricca: "A spacciare anche pusher minorenni"

I complici, oltre ad avvalersi di alcuni minorenni per la vendita degli stupefacenti, erano soliti cedere le droghe anche ad adolescenti". Nel corso dell’indagine sono state anche segnalate alla Prefettura 70 assuntori di sostanze stupefacenti (10 sono minorenni) e sono stati sequestrati complessivamente oltre 2 chili di hashish, 300 grammi di marijuana e 100 grammi tra cocaina, eroina e crack.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

Torna su
PalermoToday è in caricamento