E' ai domiciliari, ma trasforma la casa in centrale dello spaccio: arrestato

Le manette sono scattate per un 25enne di Brancaccio. La polizia ha trovato sei dosi di crack, 10 grammi di cocaina, dell'hashish e tutto il necessario per confezionare le dosi e oltre 500 euro in contanti

E' agli arresti domiciliari, ma "sfrutta" l'occasione per realizzare una centrale dello spaccio direttamente in casa. Attività che viene però interrotta dalla polizia. In manette è finito Marco Cucina, 25 anni, residente nella zona di Brancaccio. 

Nella notte tra sabato e domenica, gli agenti dell'Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, si sono presentati a casa di Cucina per verificare il rispetto da parte sua delle prescrizioni imposte per i pregressi reati. Il 25enne però ha tardato parecchio a rispondere e gli agenti hanno nettamente sentito il rumore di mobili spostati. Un fatto che li ha insospettiti tanto da procedere, una volta nell'appartamento, a una perquisizione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Su un tavolo hanno trovato un "pezzo" di hashish e un bilancino di precisione ancora intriso della stessa sostanza. Successivamente gli agenti hanno scoperto sei dosi di crack, 10 grammi di cocaina, bustine di cellophane per confezionare le dosi di stupefacente, un fornello da campeggio, un telefono cellulare, e oltre 500 euro in banconote di diverso taglio e una banconota falsa. Droga e soldi sono stati sequestrati mentre per Cucina è scattato l'arresto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

Torna su
PalermoToday è in caricamento