Bagheria, muore Filippo D’Amico: aveva rivestito parecchi incarichi in Comune

Stroncato a 68 anni da una grave malattia, lascia la moglie e due figli. Il cordoglio dell’Amministrazione: “Uomo ricco di qualità morali e professionali”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L'amministrazione comunale di Bagheria vive oggi un momento doloroso, essendo venuto a mancare un caro ex-collega. Filippo D'Amico, ci ha lasciato sabato scorso, improvvisamente all'età di 68 anni, stroncato da una grave malattia, lascia la moglie e due figli. Uomo ricco di qualità morali e professionali, aveva rivestito parecchi incarichi in Comune: dalla Ragioneria alle Attività produttive, all’ufficio elettorale, sino ad assumere la carica di responsabile dell’ufficio Carte di Identità dal quale poi ha raggiunto l’età della pensione nel 2007. Il sindaco Lo Meo, appresa la notizia ha espresso le  condoglianze sue personali e di tutto l'Ente. Alla moglie Paola ed ai figli Giovanni e Giuseppe  vanno le condoglianze del sindaco Vincenzo Lo Meo, di tutta la Giunta, del Presidente del Consiglio comunale, Caterina Vigilia, di tutti i consiglieri, del presidente del Consiglio circoscrizionale, Atanasio Matera e dei consiglieri di Aspra,  del segretario generale, Domenica Ficano in rappresentanza di tutti i dipendenti e colleghi del comune. Le esequie si sono svolte stamani alla Madrice.


 

Torna su
PalermoToday è in caricamento