"All'Asp 5 mesi di attesa per una spirometria", la denuncia del sindacato

E' il caso di un pensionato palermitano, che potrà sottoporsi all'esame solo dal 20 agosto. Il segretario Fnp Cisl Di Matteo: "Le liste interminabili per esami fondamentali sono diventate intollerabili". La replica: "Attesa media in città è 15-20 giorni, ma esami urgenti sono effettuati in tempo reale"

La sede dell'Asp di via Cusmano

Cinque mesi di attesa per prenotare una spirometria globale all’Asp. La denuncia arriva dalla Fnp Cisl, che porta alla ribalta il caso di un pensionato palermitano. L'uomo, dopo una visita pneumologica prenotata a settembre e fissata i primi di marzo, ha ricevuto la prescrizione dell’esame urgente e specifico da eseguire presso una struttura pubblica, ma rivolgendosi al servizio prenotazioni dell’Azienda tramite lo sportello on-line ha appreso che al momento non esiste alcuna disponibilità di ricevere la prestazione nel breve periodo. L’esame sarà programmabile solo a partire dal 20 agosto.

“Le liste d’attesa interminabili per esami fondamentali sono diventate davvero intollerabili, e a pagare il prezzo è sempre chi è costretto a recarsi presso una struttura sanitaria pubblica - afferma Mimmo Di Matteo segretario Fnp Cisl Palermo Trapani -. Il nostro iscritto ha poi provato a rivolgersi al numero verde del centro unico di prenotazione, ma la risposta dell’operatore è stata quella di modificare la prescrizione dell’esame da urgente, come di fatto è, a programmabile. Lo riteniamo un fatto grave, sulla salute dei cittadini non si possono tollerare rinvii, l’Azienda sanitaria dovrebbe impegnarsi di più sul potenziamento delle sue strutture sanitarie, delle apparecchiature per esami diagnostici così importanti e dei presidi in tutte le zone periferiche del territorio laddove sono carenti”.

La replica dell'Asp

In una nota, l''Asp precisa che "In base a una simulazione effettuata alle 12.20 della giornata di oggi presso il Cup (Centro unificato di prenotazione) la prima disponibilità utile per una spirometria è per il 22 marzo a Cefalù, mentre nei presidi della città di Palermo la prima disponibilità è per il 14 maggio all’ospedale Ingrassia. Si evidenzia, comunque, che le richieste con priorità “U”, urgente, vengono effettuate in tempo reale in sovrannumero presentandosi presso tutti i presidi aziendali. Si informa, inoltre, che per pazienti 'fragili' inseriti nel percorso della Bpco (Broncopneumopatia cronica ostruttiva), i tempi di attesa per una spirometria nella città di Palermo sono mediamente di 15-20 giorni".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperone sotto shock, annuncia suicidio su Facebook e si toglie la vita

  • E' morto "U Zu Totò", per 50 anni ha fritto panelle e crocchè accanto alla Fiera

  • I palermitani con la colla sulle mani, la "banda dell'Attak" fermata prima del colpo in banca

  • Tragedia a San Lorenzo, donna accusa malore e muore fuori da un locale

  • Papà di tre bimbe sparisce nel nulla, ore di angoscia per i familiari di Alfonso Bagnasco

  • Incidente sulla Palermo-Mazara, tir sbanda e il conducente viene sbalzato sull'asfalto: è grave

Torna su
PalermoToday è in caricamento