Virus, in Sicilia altre 200 mila visiere protettive: il carico in porto dalla Turchia

Operazione dell'Agenzia delle dogane. Si è trattato di una "procedura di svincolo diretto" dei dpi acquistati dal dipartimento della Protezione civile della Regione

Duecentomila visiere protettive sono state "liberate" dai funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (Adm), in servizio al porto. L'operazione è avvenuta nei giorni scorsi, ma è stata resa nota oggi. Tecnicamente si è trattato, spiegano dall'Agenzia, di una "procedura di svincolo diretto, di 200 mila visiere acquistate dal dipartimento della Protezione civile della Regione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il carico, proveniente dalla Turchia, è arrivato al Porto di Bari per poi proseguire via tir per la Sicilia, dove sono state completate le operazioni di sdoganamento e svincolo della merce. "La celerità delle operazioni di controllo - si legge in una nota - hanno assicurato la rapida disponibilità della fornitura alla Protezione Civile siciliana, confermando il costante impegno dei funzionari doganali e dell’Agenzia, in prima linea nel fronte all’emergenza sanitaria in corso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

Torna su
PalermoToday è in caricamento