Coronavirus, il caldo arriva a Palermo: come usare i condizionatori senza rischi per la salute

L'afa è già arrivata in città e resistere senza il giusto refrigerio è impossibile. La Sima, Società Italiana di Medicina Ambientale detta alcune regole per utilizzare i sistemi di climatizzazione negli ambienti interni senza rischi

Condizionatori come veicolo di nuovi contagi? A rispondere a questa domanda che ha aperto un dibattito su salute e sicurezza è la Sima, Società Italiana di Medicina Ambientale. Il caldo è già arrivato a Palermo e questo preoccupa e non poco i palermitani ai quali non si può chiedere di resistere all'afa della città senza aria condizionata. 

Le regole per l'uso corretto dell'aria condizionata

La Società Italiana di Medicina Ambientale detta alcune regole per utilizzare i sistemi di climatizzazione negli ambienti interni senza rischi. Per prima cosa si consiglia, prima di tornare ad utilizzare i condizionatori, di lavare con acqua e sapone liquido i filtri degli split, e di igienizzare le parti esposte degli stessi con igienizzanti. Lasciare asciugare i filtri all'aria per poi risistemarli all'interno degli impianti.

Per i motori esterni, la Sima fa un discorso a parte. Questi, che spesso sono posizionati su balconi, terrazzi, a terra o sui tetti, andrebbero sanificati periodicamente ma da ditte esterne, da tecnici specializzati in grado di eseguire la sanificazione attraverso una tecnologia a shock termico per iniezione e contemporanea aspirazione di vapore ad alta temperatura e pressione. Lo stesso tipo di intervento è consigliato dalla Sima per split e radiatori mal manutentati, che presentano evidenti segni di degrado, sporcizia, presenza di polveri e muffe accumulate e/o incrostazioni.

Gli impianti di condizionamento

Per quanto riguarda gli impianti di condizionamento multizona, destinati al controllo ambientale di umidità e temperatura dei locali serviti, come ad esempio uffici, palestre, poliambulatori eccetera, la Sima raccomanda una maggiore accortezza per pulizia, sanificazione, bonifica delle sezioni principali di scambio, quali batterie calde e fredde, umidificazione ad acqua e batterie di post-riscaldamento, canalizzazioni di distribuzione aria e dello stato dei filtri ai vari livelli. 

Infine Sima consiglia l'apertura di finestre per alcuni minuti più volte al giorno o altrimenti l'installazione di sistemi di Ventilazione Meccanica Controllata (VMC), capaci di filtrare l’aria esterna in entrata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uso corretto degli split

La Società italiana di Medicina Ambientale si è anche soffermata sull'utilizzo corretto degli split: no dall'alto verso il basso o direttamente rivolti verso le persone, meglio direzionare le griglie esterne verso l'alto. Importante, infine, mantenere tassi di umidità relativa in estate tra il 50% e il 70% e in inverno tra il 40% e il 60%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Coronavirus, il caldo arriva a Palermo: come usare i condizionatori senza rischi per la salute

  • Caldo, arrivano le formiche a casa: ecco a chi rivolgersi per una disinfestazione

  • Spazi all'aperto formato "small" ma comunque eleganti: come arredare un giardino piccolo

  • Investire nel mattone, a Palermo vanno a ruba le case tra l'Università e Brancaccio

  • Seconda casa, che sia al mare o in montana i palermitani la comprano come investimento

Torna su
PalermoToday è in caricamento