Il Sole 24 Ore boccia Palermo per qualità della vita: poche opportunità di svago

Il capoluogo si colloca alla posizione 78, su 107, nella classifica "Indice del tempo libero", terza tappa di avvicinamento al report "Qualità della vita 2019". Città penalizzata dal basso numero di agriturismo e di eventi sportivi, meglio invece sul fronte delle mostre e delle esposizioni

Turisti a Palermo

Poche opportunità per godere a pieno del tempo libero, con un'offerta inferiore a quella delle altre città italiane. E' la fotografia che il Sole 24 Ore scatta di Palermo nella sua classifica "Indice del tempo libero", terza tappa di avvicinamento al report "Qualità della vita 2019".

L’Indice del tempo libero si riferisce al 2018 e nasce dall’incrocio di 12 indicatori, ciascuno dei quali fotografa un diverso aspetto del tempo libero “speso” sul territorio da turisti e residenti: l’attrattività, la diffusione di bar e ristoranti, di librerie e agriturismi, l’offerta in termini di spettacoli, ma anche la spesa al cinema o a teatro. La classifica generale premia Rimini, che si classifica al primo posto. Seguono Firenze e Venezia. Per trovare Palermo si deve scendere fino alla posizione 78 su 107. Risultato non felicissimo, nonostante l'anno come Capitale della Cultura.

Il risultato peggiore è alla voce "Ristoranti e bar" (esercizi ogni 100 mila abitanti ndr): Palermo è ultima in classifica. Infausto anche la voce "Ricettività e natura", ovvero il numero di agriturismo ogni mille chilometri quadrati: 104esima su 107. Non meglio per "Sport" (eventi ogni mille abitanti ndr): posizione numero 103. Un sorriso lo regala la voce "Mostre ed esposizioni" (gli eventi ogni mille abitanti ndr), che pone Palermo in 14esima posizione. 

palermo sole 24 ore-2

Le reazioni

Igor Gelarda - "Tutte le volte che le favole raccontate dal  sindaco Orlando sulla città di Palermo si scontrano con la realtà dei fatti e dei numeri il sindaco della Primavera di Palermo subisce smacchi." A dirlo è Igor Gelarda capogruppo della Lega a Palermo. "La cosa grave è che - continua l'esponente del Carroccio - questa classifica si riferisce anche ad un periodo in cui Palermo era capitale della cultura e di Manifesta, l'evento costato tanti milioni di euro ai cittadini palermitani e del quale nessuno più si ricorda. Siamo poi appena 62a in questa classifica come densità turistica e, vergogna tra le vergogne, al 103esimo posto per quanto riguarda lo sport. Fare sport a Palermo è praticamente impossibile. L'ennesimo bluff di questa amministrazione che non ha portato nulla di positivo per i cittadini. Lo dice Il Sole 24 Ore Non lo dicono i politici della Lega. Parole, tagli di nastro e dichiarazioni roboanti cui non segue nulla. La cosa grave è che questo non è che il triste preludio della Palermo che ci lascerà in eredità, purtroppo tra 3 anni ancora, il sindaco Orlando. Vediamo adesso come il sindaco giustificherà questo ennesimo posto in fondo alle classifiche della città, se riuscirà a trovare un colpevole o forse finalmente ad amettere qualche responsabilità sua e della sua amministrazione".

Articolo aggiornato alle 12.17 del 20 agosto 2019

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento