Un documentario racconta il coraggio di don Pino Puglisi, a Brancaccio l'anteprima

Il lavoro di Antonia Pillosio racconta la vita e l’impegno del prete che osò sfidare la mafia: sarà proiettato all'auditorium Di Matteo. Successivamente andrà in onda su Rai Storia

Venticinque anni dopo il suo omicidio, Rai Storia ricorda il coraggio del prete di Brancaccio che osò sfidare la mafia mandando in onda il documentario di Antonia Pillosio ''Giuseppe Puglisi, beato e martire''. Il lavoro sarà trasmesso martedì 11 settembre alle 21.10 dopo un'introduzione di Paolo Mieli. Domani alle 21 sarà possibile vedere l'anteprima nazionale gratuita all'Auditorium comunale "Giuseppe Di Matteo"'.

La sera del 15 settembre 1993 don Pino Puglisi stava per rientrare a casa, in piazzale Anita Garibaldi, quando gli spararono alla nuca. La sua colpa? Essersi battuto per sottrarre all'influenza mafiosa i bambini del quartiere, destinati al reclutamento criminale. Per il suo omicidio verranno condannati all’ergastolo il boss Giuseppe Graviano, ritenuto il mandante, e Salvatore Grigoli, ritenuto l’esecutore materiale. Il documentario racconta la vita e l’impegno di don Puglisi attraverso le immagini delle Teche Rai e le testimonianze di quanti lo hanno conosciuto, come lo storico Andrea Riccardi, don Mario Torcivia e don Luigi Ciotti.

Potrebbe interessarti

  • Bagno al mare dopo mangiato, sì che si può fare: tutta la verità sul (falso) mito

  • Caldo, estate e condizionatore sempre acceso: come risparmiare sulla bolletta elettrica

  • Cactus mania, avere piante grasse in casa non è solo bello ma fa anche (molto) bene

  • Fare la spesa risparmiando, 10 regole d'oro che i palermitani spreconi dovrebbero seguire

I più letti della settimana

  • Incidente a Villafrati, scontro frontale auto-camion: morto ragazzo di 22 anni

  • Centro storico, studentessa seguita e poi violentata sotto casa: fermati due bengalesi

  • Incidente sulla A29, auto contro il guardrail: muore 13enne, gravissimo il fratello

  • Tragedia in autostrada, bimbo di 9 anni in condizioni disperate: "Ha un gravissimo trauma cranico"

  • E' morto il chirurgo Mezzatesta: "La medicina ha perso un genio"

  • Etnaland, giovane bagherese pestato a sangue dal branco per un paio di ciabatte

Torna su
PalermoToday è in caricamento