Mercoledì, 4 Agosto 2021

"Un fiore" contro la violenza sulle donne, parte piano regionale da 3,5 milioni | VIDEO

La nuova campagna di sensibilizzazione e informazione, intitolata "Ume", è stata presentata all'assessorato alla Famiglia dall'assessore Mariella Ippolito.

Simbolo del programma un fiore, emblema della speranza e della resistenza alle difficoltà della vita. “Il penultimo femminicidio dell'anno in Italia, consumato in Sicilia - ha detto Ippolito - ci scuote ulteriormente sulla necessità di combattere con tutti gli strumenti un fenomeno che condanna l'intera società ad un grado di barbarie ancestrale”.

La Regione, in linea con i principi sanciti dalla convenzione di Istanbul contro i soprusi nei confronti delle donne, ratificata dall’Italia nel 2013, ha programmato una serie di interventi mirati alla prevenzione e al contrasto della violenza di genere, in attuazione alla legge regionale n.3 del 2012, attraverso il potenziamento di un processo di interorganizzazione tra soggetti istituzionali e del privato sociale. Il Piano regionale degli interventi prevede un investimento complessivo di 3 milioni e mezzo di euro fino al 2019. Nel corso della conferenza è stato presentato il progetto di assistenza tecnica fornita dal Formez Pa per la realizzazione di alcune azioni previste nel piano mirate a potenziare la prevenzione, l’informazione e la comunicazione sulla violenza di genere, la formazione degli operatori e la creazione di un sistema informativo regionale.

“Neanche la recente giornata della donna - ha continuato l'esponente del governo Musumeci - ha allentato la morsa dei misfatti commessi contro il gentil sesso. È indispensabile una riflessione seria su questa piaga, immediatamente seguita da azioni concrete e mirate ad abbattere la subcultura dell'inferiorità sessuale. La campagna di sensibilizzazione dell'assessorato, che stiamo promuovendo in rete con le associazioni e le scuole, assolve proprio ai principi del piano regionale degli interventi per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere. Si prospetta una battaglia ardua ma che va condotta in ogni piega del fenomeno: dal femminicidio al sessismo, dalle molestie allo sfruttamento, dalla circonvenzione economica alla violenza psicologica. Una sana coscienza di genere va alimentata sul modello del movimento #MeToo, nato in America sulla scia dello scandalo Weinstein, ma è altrettanto auspicabile - ha concluso Ippolito - che questo slancio di civiltà sia condiviso anche dall'universo maschile”.

Si parla di

Video popolari

"Un fiore" contro la violenza sulle donne, parte piano regionale da 3,5 milioni | VIDEO

PalermoToday è in caricamento