Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Museo Salinas, la società dell'apparenza nelle Troiane di Euripide: lo spettacolo tra banani e reperti | VIDEO

Consumismo, materialismo e riduzione a merce della bellezza femminile sono al centro di "Troiane. Variazione con barca" di Lina Prosa con Emanuela Muni.

 

La rappresentazione è andata in scena ieri sera nel seicentesco chiostro del museo archeologico Salinas, tra banani e pietre gravide di storia e voci, e sarà riproposta oggi, sabato 14 ottobre, alle 20. 

Si tratta della quarta “variazione” di un percorso di messa in scena che ogni volta cambia profilo in funzione dello spazio e che diventa ulteriore creazione, all'interno del museo di via Bara all'Olivella e in occasione de "Le Vie dei Tesori".

Un altro modo di vivere il teatro, sospeso tra realtà e trasformazione, tra oblio della natura e risanamento poetico, tra donne vinte e donne in riscatto, senso della guerra e della sconfitta. Tutto ciò trova rappresentazione in Troia Fashion Show, la città del mito che in realtà dà il nome ad un ciclo di distruzione che si ripete in tutte le società.

Il presente non è che il risultato di una catena di "Ilio 1, Ilio 2, Ilio3". Una rotazione che semina dolore, distruzione di uomini e cose, ma che è capace di accendere l’utopia di un'uscita fuori dal giro attraverso il teatro.

La causa diabolica di tutto ciò, come nell’antichità, come oggi, sta nella bellezza femminile: da un lato potenza poetica, dall’altro lato sfruttamento e riduzione a merce.

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento