Martedì, 15 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un panorama mai visto dai tetti di Santa Caterina: le immagini in anteprima | VIDEO

Un percorso assolutamente nuovo che consente ai visitatori di sperimentare la clausura delle suore che vivevano nella chiesa di piazza Bellini fino al 2014. Un punto di vista assolutamente insolito che permetterà, dal prossimo weekend, di osservare il monastero e tutta Palermo e i suoi monumenti da una prospettiva sconosciuta.

Tutti i tesori nascosti nella chiesa di Santa Caterina d'Alessandria, a pochi passi dalla Martorana e aperta oggi in anteprima per la stampa, saranno visitabili da sabato 2 a lunedì 4 settembre, eccezionalmente nella giornata di Santa Rosalia, di cui all'interno del monastero è conservata un'urna sacra con le reliquie che riproducono fedelmente quelle presenti in Cattedrale. Le visite saranno ripetute in tutti i weekend del mese, al prezzo di 5 euro. 

Salendo dalla scala su piazza Pretoria, il visitatore ha accesso al parlatorio grande, da lì attraverso una scala interna giungerà al corridoio che porta al coro grande. Si esce quindi sulla balconata che si affaccia sul chiostro e da lì si arriva alle letterine, il coro dei monaci che occupavano una posizione esclusiva, separati dal resto dell'assemblea. Qui le suore, protette dalle grate, pregavano e partecipavano alla messa, senza prendere parte all'eucarestia.

Il convento possiede inoltre una consistente collezione di ceroplastiche, pregevoli statuine in cera, realizzate tra il Settecento e l'Ottocento da artigiani siciliani che raffiguravano come da tradizione il Bambin Gesù. Nel coro piccolo, invece, è possibile ammirare il quadrante del più antico orologio della città.

Il percorso prosegue con la salita ai tetti: lungo il camminamento, è possibile osservare il sottotetto della chiesa, costeggiare la volta e ammirare le grandi travi lignee del soffitto, mentre dalle finestre si scorge dall’alto il chiostro. Poi si esce sulla cupola da dove è possibile osservare a 360 gradi tutta la città, tra chiese, palazzi, campanili, cupole e l'azzurro del mare.

Si parla di

Video popolari

Un panorama mai visto dai tetti di Santa Caterina: le immagini in anteprima | VIDEO

PalermoToday è in caricamento