Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Strage di Capaci, l'auto scorta di Falcone rientra alla Lungaro: "Antonio, Rocco e Vito bentornati a casa" | VIDEO

Dopo 25 anni e dopo aver attraversato tutta l'Italia, la Quarto Savona Quindici torna nella caserma da cui era uscita poco dopo mezzogiorno il 23 maggio 1992, per non farvi più ritorno.

 

A riportare l'auto conservata in una teca, Tina Montinaro, moglie di Antonio, capo della scorta del magistrato ucciso insieme ai suoi uomini e alla moglie dalla mafia. Ad accoglierla una benedizione e il picchetto della polizia. La macchina troverà definitivamente casa al giardino della memoria, un terreno a pochi passi dal luogo della strage di Capaci.

Palpabile la partecipazione emotiva del questore, Renato Cortese: "Da cittadino e servitore dello Stato, è un'emozione indescrivibile. La Quarto Savona Quindici è il monito dei nostri poliziotti, quella voce dell'anima che ci spinge a fare sempre di più perché nella nostra giubba questi grandi uomini hanno impresso l'orgoglio di servire la nostra patria in nome di giustizia, verità e legalità. Grazie alla signora Montinaro per la sua forza e per aver saputo trasformare il dolore in impegno".

GUARDA IL VIDEO: DOPO 25 ANNI E' CAMBIATO QUALCOSA? COSA NE PENSANO I PALERMITANI

Tina Montinaro: "Abbiamo voluto riportare l'auto della scorta qui perché vogliamo dimostrare a tutti i mafiosi che non hanno vinto loro". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento