Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SocialFood.it festeggia il compleanno: da 4 anni porta il cibo a casa con un clic | VIDEO

Nata come start-up, è diventata in poco tempo leader in Sicilia nel "delivery food" con un bilancio previsionale di 3 milioni di fatturato per il 2017.

 

I successi della giovane azienda siciliana sono stati presentati ieri pomeriggio a villa Niscemi, alla presenza della presidente di Confcommercio Palermo Patrizia Di Dio e del presidente della Camera di Commercio, Alessandro Albanese.

Il sito, attivo ogni giorno dalle 12.30 alle 23.30 con orario continuato, consente agli utenti di verificare attraverso l'immissione del proprio indirizzo, i ristoranti che consegnano nella sua area, di selezionare dai loro menù i piatti e completare l'ordine, selezionando il pagamento online o alla consegna. 

A disposizione della clientela, un'ampia gamma di ristoranti che normalmente non consegnano cibo a domicilio, da cui è possibile ordinare pranzi o cene di qualsiasi tipo, dalla cucina italiana alla tipica siciliana, passando per quella straniera, utilizzando semplicemente la app da un qualsiasi smartphone o dal computer di casa. 

A Palermo, l'azienda conta oggi 60 mila clienti con 9 mila ordini mensili e 78 partner e con circa 150 driver che si occupano delle consegne a domicilio nel weekend. "Siamo molto orgogliosi di questi quattro anni - ha detto Guglielmo Bruno, co-fondatore di Socialfood.it -, siamo partiti come start-up con poche migliaia di euro di capitale e in poco tempo siamoriusciti ad avere la meglio su alcune multinazionali del settore che non hanno avuto un comportamento corretto e leale nei confronti del mercato". 

"E' la classica storia di Davide contro Golia - ha aggiunto l'altro fondatore Giovanni Imburgia, che è anche presidente del gruppo giovani di Confcommercio Palermo - una battaglia commerciale che ad oggi abbiamo vinto e possiamo dirlo con immensa gioia da palermitani e siciliani. Una battaglia vinta grazie al network di partner che siamo riusciti a costruire in questo tempo che ci hanno dimostrato che il rapporto personale basato sulla serietà professionale reciproca ha prevalso su tutto". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento