rotate-mobile

Quei palermitani che assaltavano i portavalori: "Quattro botte sul muso appena parla" | VIDEO

Rapinavano i furgoni, poi li incendiavano. I palermitani erano diventati l'incubo delle guardie giurate e dei corrieri degli istituti di vigilanza privata. Secondo gli inquirenti erano loro gli esecutori materiali dei numerosissimi colpi messi a segno tra la fine del 2015 e il 2016 nelle province di Pavia, Milano, Alessandria, Piacenza, Cremona e Lodi. Questa la strategia della banda: "Per vincere (alle slot) c’è un sistema solo: aspettare quello che conta i soldi e scarica tutte le macchine e fa metà con il gestore. Lo prendi lì nel furgone, lo perquisisci, lo fai scendere e ci prendi tutti i soldi"

VAI ALL'ARTICOLO

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Quei palermitani che assaltavano i portavalori: "Quattro botte sul muso appena parla" | VIDEO

PalermoToday è in caricamento