Sabato, 24 Luglio 2021

Lo show del pentito Tantillo su Facebook: "Alla salute di voi che mi volete male..." | VIDEO

In 6 minuti e mezzo ha dimostrato di avere il dente avvelenato praticamente con tutti a Borgo Vecchio, compresi i suoi otto fratelli. Si parla tra le altre cose di "curtigghi" amorosi e di eredità: "Ma volete diventare buoni con i miei piccioli?"

Giuseppe Tantillo, da boss del Borgo, si è trasformato in un collaboratore di giustizia e dopo lunghi mesi trascorsi in una località protetta si è lasciato andare con una diretta Facebook, piena di insulti e "curtigghi" vari. In quei 6,30 minuti non risparmia nessuno, neanche i suoi otto fratelli. Frasi che adesso la Procura sta vagliando per valutare se possano esserci dei messaggi "nascosti" nel lungo sfogo in cui si rivolge ai suoi familiari.

Il boss del Borgo Tantillo: "Ci scassu tutti i cuorna"

"Stu cuinnutu per esempio incocciò sua madre che... con uno. Si fece intestare - dice Tantillo - tutte le proprietà che aveva altrimenti glielo raccontava a suo padre che era carcerato. Si è fatto comprare il motore. Ne hai poco da mangiare, perchè ti fanno acidità". Poi si rivolge a un uomo non meglio identificato. "Mi vorrebbe dire parole, ma solo alle spalle. Perchè davanti non se la fida, ma pure ora che sono pentito non se la fida, perchè le corna gliele scasso".

Quindi il collaboratore di giustizia, seguendo l'albero genealogico e gli intrichi amorosi del Borgo, continua con la sua invettiva in dialetto, sgranocchiando un gelato, e arriva fino al capitolo eredità: "Nella vita c'è chi nasce cane, e chi nasce buono. Io ci sono nato buono, non ci sono diventato. Certuni parlano di piccioli (soldi ndr), ma volete diventare buoni con i miei piccioli? I piccioli di mio padre sono miei, ricordatelo".

Si parla di

Video popolari

Lo show del pentito Tantillo su Facebook: "Alla salute di voi che mi volete male..." | VIDEO

PalermoToday è in caricamento