Scherma paralimpica, sulle orme di Bebe Vio: palermitano ai campionati mondiali | VIDEO

In Italia ha già conquistato 13 podi, ora però una sfida più grande attende il 28enne Claudio Radicello. La racconta così a PalermoToday.

Partono oggi all'Hilton Rome Airport Hotel di Roma i campionati mondiali di scherma paralimpica Roma2017. A sfidarsi e a contendersi i 22 titoli mondiali in palio, saranno 223 atleti provenienti da 32 Paesi.

Tra di loro, a scendere in campo insieme alla campionessa paralimpica di Rio2016 Beatrice "Bebe" Vio e ai plurititolati Alessio Sarri e Alberto Pellegrini, ci sarà anche Claudio Radicello, palermitano di 28 anni in carrozzina, che da venerdì sarà nella capitale per le gare di categoria c, quelle dedicate agli atleti tetraplegici.

Laureato in Scienze Motorie con il massimo dei voti, Claudio si allena presso il Csm, il Circolo schermistico mazarese di Palermo. Nella vita ha già raggiunto importanti traguardi, ora però potrà coronare un suo grande sogno. "Praticare questo sport per me - dice - significa integrarmi e sentirmi vivo. Ai disabili che magari stanno chiusi in casa, vorrei dire di uscire e praticare sport perché è un ottimo modo per superare la disabilità. Perchè, come dice Bebe Vio, la vita è una 'figata'". 

Ai mondiali partecipano anche il palermitano William Russo, tesserato presso l'Asd Club Scherma Palermo, e l'arbitro palermitano Massimo La Rosa. Russo, pluridecorato atleta con all'attivo 22 titoli nazionali, 8 medaglie europee e 8 mondiali e alla sua sesta partecipazione alla fase finale dei Campionati del Mondo, sarà in gara ella spada e nel fioretto di categoria C. La Rosa, arbitro internazionale di grande esperienza, ha alle spalle due partecipazioni ai Giochi Paralimpici di Londra 2012 e Rio 2016, è anche il maestro di William Russo e della squadra due volte campione d'Italia del Club Scherma Palermo.

Si parla di

Video popolari

Scherma paralimpica, sulle orme di Bebe Vio: palermitano ai campionati mondiali | VIDEO

PalermoToday è in caricamento