Mercoledì, 4 Agosto 2021

Italia e Malta unite per la diagnosi della celiachia: "In Sicilia la percentuale più alta" | VIDEO

Il progetto interdisciplinare, finanziato con fondi del programma Interreg V-A Italia-Malta, è stato presentato allo Steri in convegno “ICT tool per la diagnosi di Malattie Autoimmuni nell’Area Mediterranea”

Il progetto Itama per l'ottimizzazione della diagnosi della celiachia vede come capofila il Dipartimento di Fisica e Chimica (Difc) di Unipa e come partner il Dipartimento di Patologia Umana dell’Adulto e dell’Età Evolutiva “Gaetano Barresi” dell’Università di Messina, il Mater Dei Hospital del Ministero della Salute di Malta e la Società AcrossLimits di Malta. Collaborano al progetto l’assessorato regionale alla Salute e l’Ospedale Buccheri La Ferla.

Obiettivo del progetto, presentato oggi allo Steri, è quello di rendere meno invasivi i metodi di diagnosi della celiachia, migliorare il processo diagnostico attraverso l’implementazione di un database e l'introduzione di strumenti ICT come il DSS e definire strumenti per il trasferimento tecnologico e/o d’innovazione di processo al settore sanitario. Itama persegue infatti l’utilizzo di test innovativi non invasivi, già sperimentati in fase clinica ma non ancora diffusi, effettuati, in aggiunta ai test convenzionali, in uno screening di oltre 20 mila bambini di Malta e Sicilia.

Si parla di

Video popolari

Italia e Malta unite per la diagnosi della celiachia: "In Sicilia la percentuale più alta" | VIDEO

PalermoToday è in caricamento