"Dici che cercavi a me?": le immagini del pestaggio del militante di Forza Nuova | VIDEO

Massimo Ursino, segretario provinciale, è stato vittima di un agguato in via Dante. In una mail inviata alla redazione di PalermoToday la rivendicazione: "Sanzionato dirigente nazionale di Forza Nuova".

"A pochi giorni dall'arrivo in città di Roberto Fiore - si legge nella mail, con allegato il video - atteso in città per un comizio in conclusione della campagna elettorale, Massimo Ursino, uomo di spicco e dirigente nazionale del partito Forza Nuova, è stato colpito in modo esemplare mentre passeggiava per le vie del centro. E' stato bloccato, immobilizzato e legato con del nastro adesivo, poi lasciato a terra senza possibilita' di fuggire. Chi afferma che esista una "minaccia fascista", a Palermo come in tutta la Sicilia, dovrà ricredersi".

Militante di Forza Nuova legato e pestato in strada | Articolo

"Questi uomini di poco conto - continua la mail - appartenenti a formazioni neofasciste, che fanno di razzismo e discriminazioni il loro manifesto politico nonchè la costruzione della loro identità forte e battagliera, si sgretolano in men che non si dica sotto i colpi ben assestati dell'antifascismo. Infatti non sono in grado di difendere se stessi, figuriamoci di attuare il loro programma politico nella nostra città! I fatti avvenuti oggi sono la dimostrazione del fatto che sul territorio palermitano esiste chi ripudia il fascismo e non ha timore di lottare per bloccarlo e schiacciarlo, a partire da questi protagonisti del forzanovismo, guerrieri a parole, violenti nelle immagini che evocano forse, ma incapaci di proteggere la propria incolumità e di conquistare qualsiasi forma di potere politico. Palermo è antifascista - conclude la mail -, nelle pratiche e nella quotidianità di chi la vive. A Palermo non c'è spazio per il fascismo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

"Dici che cercavi a me?": le immagini del pestaggio del militante di Forza Nuova | VIDEO

PalermoToday è in caricamento