Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Osterchef, sfida diretta ai fornelli: i clienti del Sanlorenzo Mercato diventano cuochi | VIDEO

Dopo il successo della prima serata che ha portato in semifinale Daniela Bucalo, è andato in scena il secondo scontro diretto. A sfidarsi sono stati il falso raviolo di susina nera ripieno di gamberone di Mazara del Vallo di Massimiliano Della Sala e il risotto con gambero rosso di Mazara, asparagi e bottarga di tonno di Tonia Semeraro.

 

Quattro i criteri di scelta: presentazione del piatto, degustazione (armonia, gusto, equilibrio), tecnica di preparazione e creatività nella tradizione. In giuria quattro nuovi esperti di gusto: Rosario Seidita, chef dell'Associazione provinciale cuochi e pasticceri di Palermo, Vincenzo Mandalari de La Piramide Bechef, la foodblogger Fina Curcio de L'Avvocato nel Fornetto e la giornalista Simonetta Trovato del Giornale di Sicilia. Il tavolo tecnico ha pesato per il 50% nella scelta del piatto, la cui decisione è spettata per la restante parte ai commensali.

A vincere la sfida è stato lo sposalizio dei sapori del risotto di Tonia. La finale è prevista il 16 luglio con dei giurati di eccezione: lo chef Tony Lo Coco che al vincitore offrirà la possibilità di passare cinque giorni nella cucina del ristorante stellato, al suo fianco, Sonia Peronaci di Giallo Zafferano e Giampaolo Trombetti di Alice.

Al trionfatore della prima edizione di Osterchef sarà data anche la possibilità di cucinare in tv in uno speciale showcooking in onda su Alice, visibile su Sky e digitale terrestre; un corso professionale di 700 ore per “Operatore di cucina + specializzazione Chef”, con rilascio di attestato di qualifica valido in tutta la Comunità Europea, offerto da La Piramide Centro Studi – Accademia BeChef; ma anche la possibilità di cucinare fianco a fianco con gli chef Antonio e Giuseppe Bonadonna nel ristorante di Abbazia Sant’Anastasia a Castelbuono, in un evento appositamente organizzato con la cantina madonita, protagonista con la sua linea dei vini biodinamici Sensinverso.

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento