Lunedì, 26 Luglio 2021

L'Annunciata incontra Eleonora d'Aragona e la ragazza afgana: le tre donne "fanno salotto" all'Abatellis | VIDEO

Gli occhi verdi e allucinati di Gula, fotografata da Steve McCurry, si riflettono sullo sfondo nero dell'opera di Antonello da Messina che guarda beata il busto scolpito da Francesco Laurana.

L'idea è quella di un vero dialogo tra donne, come in un libro aperto su due delle pagine più alte del Rinascimento che comunicano con la ragazza afgana col mantello rosso fotografata nel 1984 e conosciuta ormai in tutto il mondo. Tre forme d'arte - pittura, scultura e fotografia - che si sposano e diventano un unico modo di guardare alla bellezza nel suo insieme.

La mostra a Palazzo Abatellis, intitolata "Preludi", sarà aperta al pubblico da domani al 22 aprile. Per la durata dell'esposizione le opere saranno accostate nella sala della sezione scultura che abitualmente ospita l'opera di Laurana.

"L'idea è di 'agitare' le stanze di palazzo Abatellis - ha detto l'assessore regionale ai Beni culturali, Vittorio Sgarbi - mettendo a dialogare importanti testimonianze dell'arte rinascimentale viste normalmente come monadi. Sono due amiche, due donne, due sorelle che si parlano. A guardarle c'è la donna afgana fotografata da McCurry. Il fotografo verrà a Palermo per ritrarre la composizione".

Un "preludio" di due mostre che saranno ospitate in città nell'ambito di Palermo capitale italiana della cultura. Si parte dalle due opere "manifesto" per arrivare all'appuntamento che per la prima volta, dai musei d’Italia e d’Europa, porterà la pittura di Antonello da Messina a Palermo e a Palazzo Abatellis.

Per tutta la durata della mostra, in programma un calendario di eventi di musica classica, incontri tematici, reading e visite guidate.

Si parla di

Video popolari

L'Annunciata incontra Eleonora d'Aragona e la ragazza afgana: le tre donne "fanno salotto" all'Abatellis | VIDEO

PalermoToday è in caricamento