Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Massoneria, sequestrati gli elenchi degli iscritti: "Siamo arrabbiati, provvedimento ingiusto" | VIDEO

Libertà, uguaglianza e fratellanza sono i tre principi che sovrastano i templi della casa massonica di piazzetta Speciale che oggi, Stefano Bisi, gran maestro del Grande oriente d'Italia, ha aperto alla stampa per fare il punto sul sequestro degli elenchi degli iscritti alla massoneria in Sicilia e Calabria, deciso dalla Commissione parlamentare antimafia. Tra simboli di luce e cieli stellati, il maestro e giornalista sportivo non mostra perplessità: "Abbiamo un sistema di controllo interno ma non siamo pubblici ministeri. Controlliamo carichi pendenti e giudiziari, non penso che lo facciamo tante altre associazioni. Con Don Ciotti ci siamo chiariti. Per essere massoni bisogna avere una sensibilità non comune"

 

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento