Venerdì, 6 Agosto 2021

Ceck-in per la storia, le origini di Cecchinato: "Aveva talento, ora è un campione" | VIDEO

Dal Kalta al Tc2: alla scoperta dei luoghi dove è cresciuto il 25enne palermitano che al Roland Garros sta facendo sognare una città intera. Il suo primo maestro: "A sei anni la prima racchetta in mano". E anche la stampa francese lo celebra

Ancora stentano a crederci amici, conoscenti e il suo primo maestro, Fabio Cocco, che insieme allo zio Gabriele Palpacelli a soli sei anni gli ha affidato la prima racchetta. Di anni ne sono trascorsi quasi 20 e oggi tutta Italia e la sua Palermo sono in festa per il risultato ottenuto da Marco Cecchinato al Roland Garros contro Djokovic. Venerdì la semifinale contro Dominic Thiem. Ma nessuno vuole smettere di crederci. E al Tennis Club di via San Lorenzo e al Kalta di via Beato Angelico si respira aria di impresa: "Basta parlare di miracolo. Marco può vincere". Le parole dello zio Gabriele Palpacelli e l'esultanza del cugino Francesco, partito con lui a Parigi.

Ma tutto il mondo del tennis, nazionale e internazionale, è impazzito per l'impresa del 25enne palermitano. Stamattina Nole Djokovic ha voluto complimentarsi con lui, e lo ha fatto con un tweet: “Congratulazioni a Marco per la sua grande prestazione. Grazie Parigi, grazie Roland Garros". Sotto, la foto dell’abbraccio tra i due a fine match. Sui social sono piovuti anche i complimenti dei colleghi italiano di Marco: “Pauroso!!! Da brividi Ceck! Sei un grandeeeeeeeeee!”, è stato il tweet di Sara Errani. Un “Grande Marco!” arriva anche da Roberta Vinci, mentre Fabio Fognini ha dedicato al collega una Instagram Story con un BRAVO a caratteri cubitali. In tarda mattinata è arrivato anche il messaggio di Gig Buffon: “Nessuno ci credeva prima. Adesso tutti parlano di impresa. Ma l’essenza dello sport è proprio questa: sapere che nulla è impossibile. Continua così Marco. Continua a scrivere la tua storia e porta l’Italia dello sport ad alzare la testa”.

Anche sulla stampa francese ha avuto grande eco l’impresa di Ceck. “Sbalorditivo” è il titolo a tutta pagina de L’Equipe, con il tennista palermitano disteso ed esultante sulla terra battuta del Roland Garros, dove ha eguagliato il record di Corrado Barazzutti di 40 anni fa. “Vincitore di Djokovic dopo un match folle - scrive L’Equipe - l’italiano, numero 72 del mondo, conoscerà l’emozione di una prima semifinale di Grande Slam. La purezza del suo gioco lo merita”. Piena pagina anche per Le Parisien: “Cecchinato, è pazzesco”. “L’italiano - scrive il quotidiano della capitale - continua a vivere un sogno ad occhi aperti”.

cecchinato djokovic-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Ceck-in per la storia, le origini di Cecchinato: "Aveva talento, ora è un campione" | VIDEO

PalermoToday è in caricamento