Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Ecco i 16 lustrascarpe palermitani, c'è un laureato: "Ogni lavoro ha la sua dignità" | VIDEO

Dieci postazioni nei punti nevralgici della città per far rivivere un mestiere ormai scomparso. L'iniziativa del presidente di Confartigianato Palermo, Nunzio Reina, è pronta a decollare. Martedì partono i corsi di formazione. I selezionati - in tutto 16 - saranno "istruiti" da storici artigiani con un corso gratuito. Intanto si sono incontrati nello studio del notaio Alessandra Zampardi (che non ha percepito soldi) per dar vita alla cooperativa Shoeshine 2.0. Si tratta di 12 uomini e 4 donne. Per vedere i nuovi sciuscià in strada bisognerà attendere i primi giorni di maggio. "E' pur sempre un lavoro dignitoso che non mi umilia per niente", dice una ragazza di 21 anni. C'è anche chi volta pagina dopo 36 anni spesi nel settore della comunicazione: "Speriamo di essere qualcosa di diverso, avere i paraocchi è sbagliato" Verrà chiesta al Comune l'autorizzazione per collocare le varie postazioni (previste sotto i portici di via Ruggero Settimo, in via Libertà, piazza Castelnuovo, via Emerico Amari, piazza San Domenico, piazza Borsa, piazza Verdi, via Maqueda, corso Vittorio Emanuele e stazione centrale).

 

Nello studio di via Libertà era presente anche il commercialista Marco Mortillaro, che già nei giorni scorsi ha fornito ai soci lavoratori della cooperativa la necessaria consulenza fiscale, anche in questo caso gratuitamente. "Siamo felici di questo primo traguardo - dice Reina - perché è uno dei passi fondamentali per la concretizzazione di un progetto in cui ho creduto sin dall'inizio. Chi è stato selezionato ha confermato ancora una volta l'entusiasmo e la forza di volontà necessari per fa tornare a vivere questo antico mestiere che oggi potrà avvalersi della tecnologia per trasformarsi in un'attività al passo coi tempi su tutti i fronti".

"La documentazione firmata oggi - prosegue il presidente di Confartigianato Palermo - eviterà l'eventuale posizionamento di lustrascarpe abusivi sulle strade del capoluogo e tutelerà coloro che hanno creduto nella nostra idea. Ci siamo già confrontati con l'amministrazione comunale per avviare l'iter per la concessione del suolo pubblico e la prossima settimana partiremo con il corso di formazione". Le lezioni tenute da Piero Caccamo, storico calzolaio di via Marchese di Villabianca, inizieranno il 7 marzo e proseguiranno il 9, il 16 e il 17, il 21, il 24 e si concluderanno il 25 marzo. "Al termine - conclude Nunzio Reina - i neo lustrascarpe saranno dei veri e propri professionisti del settore". 


 

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento