rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Operato per un cancro, ma era solo un nodulo: "Credevo di morire, voglio giustizia"| VIDEO

A Pomeriggio Cinque la storia di Vincenzo La Fata, 61 anni di Partinico. Operato nel dicembre del 2015 all'Ismett con la diagnosi di un tumore maligno al polmone e sottoposto all'asportazione parziale dell'organo, gli esami istologici hanno poi rivelato che si trattava di un nodulo e non di un cancro. "Sto imparando a vivere con questa menomazione, con mezzo polmone in meno, ma - racconta - il problema più grosso ce l’ho nella mia testa: ogni notte rivivo la mia operazione. Rivivo il momento in cui mi hanno detto 'lei è malato', 'lei ha un tumore'. Avevo perfino scelto la mia bara...".

La Fata ha presentato denuncia e adesso tre medici sono indagati. "Sono convinto anche io - sottolinea La Fata - che l'Ismett sia un ospedale di eccellenza, ma con me hanno sbagliato". La direzione sanitaria respinge le accuse e spiega che "la parte del polmone asportata era gravemente malata e non funzionante e quindi l'intervento era necessario". 

Si parla di

Video popolari

Operato per un cancro, ma era solo un nodulo: "Credevo di morire, voglio giustizia"| VIDEO

PalermoToday è in caricamento