Giovedì, 5 Agosto 2021

Giornate Fai di Primavera, Palazzo d'Orleans apre le porte al pubblico per la prima volta | VIDEO

La dimora settecentesca, sede della presidenza della Regione, è uno dei luoghi che sabato 24 e domenica 25 marzo saranno visitabili per la XXVI edizione della manifestazione.

A volerlo fortemente il governatore Nello Musumeci. L'edizione 2018 delle Giornate Fai di Primavera è stata presentata alla stampa a Palazzo delle Aquile, che sarà uno dei luoghi aperti in occasione della due giorni. Un itineraio, denominato “Arte, architetture e antiche istituzioni”, per scoprire le bellezze dei palazzi del potere della città con aperture eccezionali di sale normalmente chiuse al pubblico. Le aperture, con la loro straordinaria varietà, raccontano un’Italia che sempre di più si riconosce nella vastità del suo patrimonio culturale e nella ricchezza della sua storia. All’accesso di ogni luogo aperto verrà chiesto ai visitatori un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro: i soldi raccolti saranno destinati al sostegno delle attività istituzionali della fondazione. 

“L’itinerario 'Arte, architetture e antiche istituzioni' - afferma Sabrina Milone, Capo Delegazione Fai Palermo - tocca i luoghi simbolo della vita istituzionale della città di Palermo, testimonianze d’interesse storico e artistiche davvero uniche. Attraverso imponenti architetture e percorsi ricchi di arte si vuole raccontare la storia delle antiche istituzioni e le attuali funzioni governative, regionali e locali, nella consapevolezza che, con la conoscenza, una comunità si riappropria di quella identità storica e culturale indispensabile per una piena partecipazione alla vita civile. Le sorprese riguardano anche la provincia, grazie alle aperture di Castelbuono e dei Gruppi Fai di Bagheria, Caccamo, Carini e Corleone”.

I visitatori potranno avvalersi anche quest’anno della guida degli "apprendisti ciceroni", giovani studenti che illustreranno aspetti storici e artistici dei monumenti. In particolare, saranno visitabili: Palazzo d'Orléans, edificato nel 1775 e dal 1947 sede della presidenza della Regione (luogo normalmente chiuso al pubblico); le sale di Palazzo dei Normanni, la più antica residenza reale d'Europa e sede del Parlamento siciliano, dove attualmente si riuniscono le commissioni parlamentari, durante la visita sarà visibile anche una parte del prospetto della Cappella Palatina, risalente alla sua costruzione. Questo percorso è ubicato all'interno di un’ala del Palazzo riservata agli addetti ai lavori e quindi solitamente non fruibile al pubblico (ad eccezione della Sala d'Ercole), aperta eccezionalmente dalla Delegazione Fai in occasione delle Giornate di Primavera (ingresso da Piazza del Parlamento).

Visite guidate anche a Palazzo Pretorio, meglio noto come Palazzo delle Aquile, costruito nel XIV secolo e poi completamente reinterpretato in stile neorinascimentale nel 1875 dall'architetto Giuseppe Damiani Almeyda, oggi sede di rappresentanza del Comune di Palermo. Visitabile anche il rifugio antiaereo risalente al secondo conflitto mondiale. E infine Palazzo Comitini, scrigno di bellezza che rievoca i fasti del Gattopardo con i suoi scaloni baroccheggianti e i pavimenti maiolicati, gli affreschi e le tele alle pareti, la lussuria dei sofà e la preziosità dei mobili, i saloni damascati e la sala da ballo. Attualmente è sede della Città Metropolitana di Palermo, ex Provincia regionale di Palermo.

Per tutti i siti di Palermo apertura sabato 24 e domenica 25 dalle 10 alle 17 (ultimo ingresso alle 16:30). Per l’elenco completo delle aperture sarà possibile consultare il sito www.giornatefai.it.

Si parla di

Video popolari

Giornate Fai di Primavera, Palazzo d'Orleans apre le porte al pubblico per la prima volta | VIDEO

PalermoToday è in caricamento