Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Orchestra sinfonica, revocato l'incarico a Ester Bonafede: "E' in conflitto di interesse" | VIDEO

Salta la nomina della sovrintendente. Ad annunciarlo il presidente del Cda della Foss, Stefano Santoro, dopo un consiglio durato tre ore. La decisione è avvenuta all'unanimità, ma il rappresentante della Regione Marco Intravaia ha lasciato la seduta prima del voto

 

Revocato a Ester Bonafede l'incarico di sovrintendente dell'Orchestra sinfonica siciliana. Lo ha deciso all'unanimità dei presenti il Cda della Foss dopo una riunione durata tre ore. La nomina dell'ex responsabile dell'Udc - già sovrintendente dal 2007 al 2013 - è saltata per via di alcuni "conflitti d'interesse" e "procedimenti pendenti" della Bonafede con la stessa Foss, maturati nella sua esperienza passata. 

Al voto della delibera di revoca dell'incarico non ha preso parte il rappresentante della Regione Marco Intravaia (eletto in precedenza vicepresidente), che ha abbandonato la seduta poco prima prima. "Adesso sceglieremo un nuovo sovrintendente" ha dichiarato il presidente del Cda della Foss, Stefano Santoro, che sull'invito di Gianfranco Micciché a fare un passo indietro se non risponde alla politica, ha risposto: "Non l'ho sentito, non credo pensi davvero quello che dice".

In difesa di Santoro è sceso in campo Saverio Romano, leader di Cantiere popolare: "Dopo la vicenda di Marcello Caruso e della Sas, è la seconda volta che il presidente dell’Ars Miccichè, alla guida di un organo che dovrebbe essere super partes, interviene a piedi uniti sulla governance di uno degli enti della Regione, senza che né l’assessore al ramo né alcun esponente del governo si pronuncino nel merito. E' davvero incredibile constatare come la politica si sia ridotta in questo stato dove, chi dovrebbe garantire terzietà e imparzialità non perde occasione per minacciare politicamente organismi che dovrebbero agire in piena autonomia, e chi dovrebbe dare indirizzo politico, mantiene il più rumoroso silenzio. Mi riferisco alle minacce politiche di Miccichè all’indirizzo di Stefano Santoro, colpevole di voler assicurare la piena legalità degli atti alla Foss".

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento