Palazzo d'Orleans, studenti con cerotti, stampelle e valigie: "Ci avete ridotto così" | VIDEO

Un flashmob davanti alla sede della Regione per manifestare l'insoddisfazione nei confronti di "una scuola che non ci tutela e non ci garantisce un futuro" e lanciare il corteo studentesco nazionale che si terrà in molte piazze italiane il 12 ottobre

Cerotti, bavagli, stampelle e valigie per dire "Ci avete ridotto così". A pochi giorni dall'inizio delle lezioni, la Rete degli Studenti Medi Sicilia è scesa in piazza per gridare il proprio dissenso contro "una scuola che non ci tutela e non ci garantisce un futuro". Davanti a Palazzo d'Orleans, alcuni studenti si sono così riuniti questa mattina per chiedere una legge regionale per il diritto allo studio.

Con i volti sporchi di calce, muniti di caschetti da lavoro e bagagli con punti interrogativi, hanno organizzato un flashmob davanti alla sede della Regione. Decine i sit in organizzati in contemporanea in diverse città dell'Isola, tra cui Bagheria, Messina, Siracusa, Modica e Caltanissetta.

"Siamo gli studenti che ogni mattina si svegliano alle 6 per andare a scuola - spiega Lucio Lombardo, coordinatore Regionale della Rete degli Studenti Medi Sicilia - non abbiamo i soldi per permetterci il professore privato, facciamo un’alternanza che non c’entra niente con il nostro percorso scolastico e la facciamo senza tutele, siamo gli studenti a cui cadono in testa i calcinacci, quelli che pagano centinaia di euro per i libri scolastici, siamo quelli che non andranno all’università e che tornando a casa da scuola si ritrovano a dover già lavorare". Il sit in è stato anche l'occasione per lanciare la manifestazione nazionale dal titolo "Chi ha paura di cambiare? Noi no" che si svolgerà in diverse città italiane il prossimo 12 ottobre 

Si parla di

Video popolari

Palazzo d'Orleans, studenti con cerotti, stampelle e valigie: "Ci avete ridotto così" | VIDEO

PalermoToday è in caricamento