Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Teatro Massimo, Confartigianato finanzia il restauro del portone d'accesso al foyer | VIDEO

Si tratta di uno dei 4 interventi portati avanti nell'Isola insieme ad Ancos. Il restauro sarà finanziato grazie al contributo del 2 per mille alle associazioni culturali. La pittura e il substrato del portone, oggi consumati, saranno recuperati

 

Il portone d'accesso al foyer del teatro Massimo tornerà al suo antico splendore. A "firmare" il restauro Confartigianato grazie ai contributi del 2 per mille destinati alle associazioni culturali che sono stati incamerati dall’Ancos (l’associazione nazionale comunità sociali e sportive degli artigiani). 

In totale sono 4 i restauri finanziati in Sicilia. Dalle due enormi ante di ingresso al Teatro di piazza Verdi ai vecchi macchinari del Museo della mandorla di Avola, passando per il ciborio ligneo del XVIII secolo custodito nella chiesa madre di Librizzi e la pala d’altare del XV secolo raffigurante Santa Maria degli Angeli che si trova nella chiesa dei Cappuccini di Enna.

I lavori nel più grande edificio lirico d'Italia inizieranno ad aprile e si concluderanno a fine giugno. Il portone, grande 4,95 per 10,62 metri, sarà interamente recuperato sia nella parte del substrato che in quella pittorica, a oggi del tutto consumati. "Questi interventi - spiega il vice presidente nazionale di Confartigianato Filippo Ribisi - non vogliono essere sostitutivi di quello che deve essere un intervento pubblico, ma vogliono dare un piccolo contributo, un segnale, di quanto può essere utile e produttiva la collaborazione tra pubblico e privato, tra imprese e istituzioni". 

"Grazie al contributo del 2 per mille alle associazioni culturali - racconta Fabio Menicacci, segretario nazionale Ancos - la nostra associazione ha finanziato in tutta Italia quindi progetti di restauro, recupero, promozione e valorizzazione del patrimonio storico, artistico, architettonico e artigianale dei comuni coinvolti". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento