Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Bus contro il caro voli, partiti i primi mezzi per Milano e Roma

Si tratta di mezzi gran turismo di proprietà dell’Azienda siciliana trasporti, messi a disposizione dei fuori sede per rientrare a casa per le Feste con la tariffa agevolata

 

Sono partiti ieri sera, con destinazione Milano, i primi due pullman che il governo Musumeci ha messo a disposizione di studenti e lavoratori siciliani fuori sede per rientrare a casa, a tariffa agevolata, nel periodo natalizio. Un altro bus diretto a Roma ha lasciato l’Isola stamane e un altro, diretto sempre nella Capitale, lo farà nel pomeriggio. Si tratta di mezzi gran turismo, di proprietà dell’Azienda siciliana trasporti, società della Regione.

Voli per la Sicilia troppo cari, sì a pullman low cost anche per lavoratori fuori sede

Il servizio speciale, attivato per l’occasione, prevede partenze dalle città di Milano, Roma e Napoli con destinazione Messina, Catania e Palermo, nel periodo dal 21 al 24 dicembre, a un costo rispettivamente di 30, 20 e 10 euro; le corse di ritorno sono, invece, programmate dal 5 al 7 gennaio, agli stessi costi, fino a esaurimento dei posti disponibili. Tutte le informazioni, le prenotazioni e il pagamento dovranno avvenire tramite il sito internet dell’Ast (www.astsicilia.it).

Otto i pullman - più altri cinque in caso di necessità, insieme a un’officina mobile – con quaranta autisti che sia alterneranno alla guida, faranno la spola tra il Nord e la Sicilia. A causa delle proibitive tariffe delle compagnie di volo, senza l’iniziativa della Regione, moltissimi siciliani rischiavano di non poter trascorrere il periodo festivo con i propri cari.

Copyright 2019 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento