Venerdì, 6 Agosto 2021

Equilibristi, funamboli e poeti tra le bancarelle del mercato: parte Ballarò Buskers | VIDEO

Seconda edizione al via: più di 50 artisti dislocati lungo 6 piazze animeranno l'Albergheria che, da venerdì 20 a domenica 22 ottobre, diventerà un unico grande palco diffuso.

Parte la seconda edizione dell'unico festival internazionale di arti di strada di Palermo che ha ottenuto il patrocinio del Comune e che sarà inserito - come ha annunciato oggi l'assessore alla Cultura, Andrea Cusumano - nel cartellone di Palermo capitale della Cultura 2018. 

Una tre giorni in cui il volto di Ballarò si colorerà di verde e diventerà un carillon dal quale usciranno fuori saltimbanchi, equilibristi, funamboli, artisti, musicisti, cuntisti e poeti. Un piccolo mondo dove tutto sarà possibile. Alle cinque piazze già individuate l'anno scorso - piazza Santa Chiara, piazzetta Mediterraneo, piazza Casa Professa, piazza Ballarò e piazzetta Schiera - si aggiunge quest'anno piazza Brunaccini che entra nel circuito degli spettacoli del Ballarò Buskers. Per tutti e tre i giorni tutta la zona sarà pedonalizzata e oltre agli artisti locali, nazionali e internazionali, sarà presente un folto gruppo di artigiani Alab che farà base tra via Porta di Castro e piazza Casa Professa.

Per questa eccezionale occasione, si potranno visitare i monumenti del quartiere. Ci saranno infatti tre aperture straordinarie serali, durante l'intera manifestazione, per consentire, a chi raggiungerà Ballarò per assistere agli spettacoli, di accedere anche alle bellezze dell'antico quartiere: venerdì 20 ottobre Notte a Palazzo Conte Federico, sabato 21 ottobre la Notte alla Torre medievale di San Nicolò e domenica 22 ancora le visite serali alla Torre. Quest'anno ci saranno anche diversi laboratori per bambini organizzati il sabato e la domenica pomeriggio da tre realtà: l'Associazione Insule ("animali in natura" il sabato e "piccoli buskers" la domenica) il circ'Opificio (acrobatico, mano a mano e tessuti) e Erewhon (laboratorio di aquiloni). Altra novità sarà il Poetry Slam, chiunque vorrà potrà scrivere e leggere una sua poesia su un palco.

Obiettivo anche per quest'anno è quello di rilanciare e riqualificare il mercato storico di Ballarò e portare l'attenzione sul quartiere, fare scoprire squarci di questa parte di Palermo a volte trascurata ma che merita la cura di tutti "perché rappresenta - ha detto Cusumano - il cuore pulsante della vita della città". Le realtà che organizzano e che sono promotrici del Festival sono: Moltivolti, Logiche Meticce, Brushwood, Per Esempio, Circolo Arci Porco Rosso, Insule, Maghweb, Arci Tavola Tonda, cooperativa Terradamare, Santa Chiara, Handala e il Circ'Opificio.

E a proposito di pedonalizzazioni, Marco Sorrentino, presidente della neonata associazione che porta il nome della manifestazione, ha annunciato che questa momentanea pedonalizzazione potrebbe essere un primo tassello verso quella permanente. "Il Ballarò Buskers - spiega - è uno dei tanti tasselli del lavoro che stiamo facendo per rilanciare questa parte della città, dalla battaglia per la regolamentazione dei mercati storici e dell'area di libero scambio presso l'Albergheria". 

Orlando: "Sono iniziative come questa, che uniscono riappropriazione degli spazi, socialità, cultura ed economia diffusa, a favorire la rinascita di pezzi della nostra città. Palermo è Ballarò e Ballarò è Palermo". 

Si parla di

Video popolari

Equilibristi, funamboli e poeti tra le bancarelle del mercato: parte Ballarò Buskers | VIDEO

PalermoToday è in caricamento