Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Salute, pace e senso della vita", le preghiere dei palermitani nella notte della Santuzza | VIDEO

Sono cominciati, la notte scorsa, con la tradizionale "acchianata" a Monte Pellegrino i festeggiamenti religiosi in onore di Santa Rosalia. Archiviato il Festino di metà luglio, i palermitani attendono questa data per andare in pellegrinaggio a chiedere "grazie" e mantenere le promesse rivolte alla "Santuzza", patrona della città. I riti dureranno per tutto il mese. Tra i tantissimi fedeli, c'è chi ha deciso di fare l'"acchianata" verso il santuario scalzo e chi è arrivato da molto lontano (anche Bolzano e Roma) per ringraziare la santa patrona di Palermo per una grazia ricevuta. Presente anche l'arcivescovo, Corrado Lorefice: "Dobbiamo smettere di vivere solo in superficie, perché questo potrebbe aiutarci a trovare motivi di costruzione della convivenza secondo criteri ispirati alla bellezza di vita di Rosalia". Il videoreportage

 

Santa Rosalia, Lorefice: "Amministratori e cittadini si assumano le proprie responsabilità"

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento