rotate-mobile
gianni

gianni

Rank 17.0 punti

Iscritto domenica, 6 novembre 2016

Bar Garibaldi, titolare denunciato attacca i vigili: "Provocatori, controllare chi controlla"

"Il sistema di autorizzazione di attività commerciali a Palermo non funziona. Basta la presentazione di una SCIA e si parte, senza controlli preliminari sul progetto, sui documenti presentati o solo citati nella SCIA. La verifica della regolarità della conduzione dell'attività è "demandata" agli organi di vigilanza.
E questo lascia uno spazio enorme alla discrezionalità nei tempi e nei modi delle "ispezioni", spesso effettuate previo avviso telefonico o in orari di calma, quando tutto viene presentato pulito e in ordine.
Così si mortificano sia i cittadini che subiscono continui atti di degrado urbano, sia i commercianti onesti e virtuosi che si vedono discriminati rispetto ai furbetti che hanno le giuste amicizie."

22 commenti

Posteggio creativo in via Lancia di Brolo

"I vasi servono a impedire che la gente parcheggi con le ruote sopra il marciapiede (come avveniva in passato).
In quanto al cenno sulla capitale della cultura, penso che oltre alla cultura del cibo e della nostra millenaria storia, si dovrebbe anche mettere in conto la cultura dei palermitani contemporanei, che comprende anche il rispetto delle regole della convivenza civile.
Palermo capitale della cultura va bene per procurare visibilità alla città e quindi un certo movimento di capitali almeno per alcuni settori (turismo, ristorazione, etc.). Ma non dovremmo illuderci troppo su questo riconoscimento."

8 commenti

A spasso per Palermo

"Purtroppo delle quattro foto postate ne è stata pubblicata una sola, tagliata pure male. Mi spiace perché ne risente il senso di quanto da me esposto."

5 commenti

A spasso per Palermo

Andando in giro per Palermo è inevitabile imbattersi in situazioni di, ormai, consolidato degrado. In particolare, si assiste negli ultimi anni a un’impennata di &ldquo [...]

Bar Garibaldi, titolare denunciato attacca i vigili: "Provocatori, controllare chi controlla"

"Il sistema di autorizzazione di attività commerciali a Palermo non funziona. Basta la presentazione di una SCIA e si parte, senza controlli preliminari sul progetto, sui documenti presentati o solo citati nella SCIA. La verifica della regolarità della conduzione dell'attività è "demandata" agli organi di vigilanza.
E questo lascia uno spazio enorme alla discrezionalità nei tempi e nei modi delle "ispezioni", spesso effettuate previo avviso telefonico o in orari di calma, quando tutto viene presentato pulito e in ordine.
Così si mortificano sia i cittadini che subiscono continui atti di degrado urbano, sia i commercianti onesti e virtuosi che si vedono discriminati rispetto ai furbetti che hanno le giuste amicizie."

22 commenti
  • Invio contenuti (generico): 5 Contenuti inviati
PalermoToday è in caricamento