Antonino

Antonino

Rank 14.0 punti

Iscritto domenica, 19 gennaio 2020

Raccolta differenziata a rilento, la Rap: "Colpa di alcuni mezzi guasti"

"Chi si scusa si accusa!
Di chi sono i mezzi del Comune di Milano, di Roma o della Rap. Chi deve seguire la manutenzione e prevenire piuttosto che curare don Nunzio o Peppe Coppola? Allora invece di narrare particolari che non hanno rilevanza a quei cittadini condannati a vivere nel luridume, nella sporcizia e nell’insalubrità da una amministrazione comunale e connesse strutture che ancora persistono nel consentire e favorire, in assenza di controllo del territorio, dove sussistono persino manufatti abusivi, l’abbandono di rifiuti di ogni specie dappertutto. Cosa dedurre?
In assenza di telecamere e di persecuzione di telecamere, che impartiscano educazione civica a chi di competenza vuol dire che Amministrazione Comunale, Sindaco compresi si ritengono degni di amministrare questa città con questo stato."

9 commenti

Passante, Falcone: "Via alla costruzione della galleria sotto vicolo Bernava"

"Se non erro o non ricordo male quei lavori sono stati fermi circa un decennio per manomettere senza la necessaria prudenza e previsione opere preesistenti che in questo caso riguardavano danni prodotti alle fondazioni di un palazzo che sporgeva sulla linea ferrata in transito per corso Finoc. Aprile, alla stessa stregua delle invasioni acquifere procurate agli scantinati prossimi alla zona porto a causa delle manomissioni delle falde acquifere di zona per i lavori inerenti l’anello ferroviario e complessivamente per le smanie che da qualche tempo colpiscono alcuni personaggi là dove la schiena perde il suo riverito nome.
Ancora non si è capito che manomettere radicalmente le aree, dove i cittadini hanno investito il proprio danaro e parte della loro vita con le proprie attività non è corretto e si continua fare tutto come si alberasse una zona per abbellirla. Si fanno gallerie sotto le abitazioni. Ci si consentono ponti sopra le abitazioni o viceversa. Si vanno ad anteporre linee tranviarie davanti le proprie abitazioni, ignorando che tutto ciò che ricade dal sottosuolo al cielo e nel circondario non dovrebbe potere essere modificato dalla pubblica amministrazione se non con un consenso unanime di tutti gli interessati. A programmare le opere pubbliche ci si pensa precedendo le concessione delle licenze e quindi sfruttando e programmando nel migliore dei modi l’esistente. Quando si perde il treno si resta a terra, ma non si tormenta il prossimo, specialmente se numeroso, cercando di recuperare ed arrecando danni.
Ció dovrebbe valere per la nostra Amministrazione Comunale che si avvale di tutti i ritrovati della scienza moderna"

5 commenti

"Mai con la Lega", da Giunta "no" a proposta di Italia Viva: Orlando sindaco di minoranza?

"Tutto ciò che si apprende ai giorni d’oggi da la sensazione dello strascico di un’amministrazione governata da un erede del fascismo e che quindi non ha mai vissuto in un regime democratico e che quindi hanno imposto da sempre la loro volontà. Che significa o così o niente e restare al proprio posto in minoranza, cioè non condivido e quindi con imposizione della propria volontà e quindi dittatorialmente. Democraticamente se non si hanno più i numeri per governare si desume che la sua opera non viene più ne apprezzata ne approvata e ne condivisa e quindi per prima cosa si raccolgo le pezze e te ne vai a casa, non si dice o ti dimetti o ti rimuovo a meno che non vi siano motivi di illegalità, che casomai sono individuabili in chi ingiustamente pur col supporto dei cosiddetti Giusti ha rovinato e vorrebbe continuare a rovinare gente e città. Il fascismo si da per finito da oltre settanta anni. Largo ai giovani!"

30 commenti

Comune, è rottura tra Orlando e Italia Viva: "I loro assessori si dimettano o li rimuovo"

"Tutto ciò che si apprende ai giorni d’oggi da la sensazione dello strascico di un’amministrazione governata da un erede del fascismo e che quindi non ha mai vissuto in un regime democratico e che quindi hanno imposto da sempre la loro volontà. Che significa o così o niente e restare al proprio posto in minoranza, cioè non condivido e quindi con imposizione della propria volontà e quindi dittatorialmente. Democraticamente se non si hanno più i numeri per governare si desume che la sua opera non viene più ne apprezzata ne approvata e ne condivisa e quindi per prima cosa si raccolgo le pezze e te ne vai a casa, non si dice o ti dimetti o ti rimuovo a meno che non vi siano motivi di illegalità, che casomai sono individuabili in chi ingiustamente pur col supporto dei cosiddetti Giusti ha rovinato e vorrebbe continuare a rovinare gente e città. Il fascismo si da per finito da oltre settanta anni. Largo ai giovani!"

27 commenti

E’ morto Gianni Petrotta, fu l'assessore che decise di chiudere il centro alle auto

"Con tutto il rispetto per l’ei fu, rinuncio ad immaginare l’invidia che starà provando quella parte di amministrazione comunale che si è dedicata e si sta dedicando alla stessa materia, dopo avere costretto gli anziani, i sofferenti, i residenti e le attività commerciali di alcuni siti a dovere subire i disagi delle loro pedonalizzazioni e di tutto di ciò che è stato perpetrato in loro danno."

7 commenti

Tram, per il Tar inammissibile il ricorso contro le nuove linee: "Opera in gara entro fine estate"

"Visto il prevalente interesse delle persone coinvolte nella bocciatura di opere costituenti intralcio e violazione dello stato dei luoghi e delle proprietà preesistenti e quindi inutilmente dannose per il territorio esistente non resta che auspicare l’esito favorevole di un appello al competente CONSIGLIO DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA, visto che i fautori di questo progetto e per motivi che si preferisce disconoscere, a fronte di una palesata e motivata opposizione di alcuni cittadini ha insistito per la realizzazione del progetto. E così dopo avere eliminato le linee ferroviarie in città con i loro passaggi a livello (via Lazio, Notarbartolo, Lascaris, Dossuna) e quelli tranviari sessantacinque anni or sono (ancora a piazza Colonna esistono tratti dii binari a terra) oggi li rimpiazziamo adornando la città con le nuove linee tranviarie. Comunque c’è sempre il buon Dio che vede e provvede anche contro chi ha rovinato e continua a rovinare giornalmente una città, procurando danni e disagi ai cittadini.
Auguri amministratori per il bene che continuare a fare giornalmente alla città di Palermo, Sarete sempre ricordati!!!"

12 commenti

Il maestro Muti cittadino onorario di Palermo: "Un orgoglio per me che sono uomo del Sud"

"Chissà se prima di concedere la cittadinanza onoraria al Grande Maestro gli ha mostrato i rifiuti che presidiano la quasi totalità delle strade cittadino mentre le stelle dell’Amministrazione Comunale stanno a guardare. Generosamente cosa poteva dire mai il Grande Maestro se non esprimere orgoglio per l’acquisizione di quella cittadinanza onoraria, che nulla ha certamente a che fare col deleterio ed inimmaginabile aspetto igienico sanitario cui è sottoposta quotidianamente la cittadinanza presumibilmente alo stesso non noto.
Ma quando dalla cronaca apprenderà di questa realtà territoriale, in ogni consentita da questa amministrazione comunale chissà se sarà ancora orgoglioso o che cosa penserà di chi gli ha voluto conferire tale cittadinanza e dei cittadini che sopportano questa gestione."

6 commenti

Scommesse clandestine all'ippodromo, diventano definitive cinque condanne

"In tutto questo non si riesce a capire con tutto il rispetto per i giudicanti cosa c’entrasse la Società Concessionaria gerente dell’impianto, danneggiata dalla sottrazione di scommesse legali, a cui invece dopo quarant’anni fa è stato negato l’esercizio alla gestione.
Non si finisce mai d’apprendere:
Oggi il derubato ed il danneggiato viene punito ancor di più dei responsabili degli accertati illeciti."

2 commenti

"Stipendi bloccati fino al 15 aprile": Pasqua amara per i dipendenti Amat

"Una vicenda assurda perché l’azienda è del comune cui compete l’assunto onere di curare il trasferimento dei cittadini da una zona all’altra della città demandato ad un’azienda appositamente creata dalla stessa amministrazione comunale al fine di ottimizzare l’organizzazione dei trasporti che non deve e non può costituire struttura a se stante, dovendo il suo operato rispondere alla esigenze del comune. Allora questa condotta con cui legalizza il fermo amministrativo sostanzialmente di propri mezzi sembra soltanto finalizzata a disattendere gli impegni in essere con i propri dipendenti, stavo per dire a truffare i propri dipendenti."

3 commenti

Covid, Orlando torna a chiedere i dati su Palermo: "Necessari per il contrasto al virus"

"Se tenesse veramente alla salute dei cittadini non consentirebbe la perseveranza di una città sporca, con cumuli di immondizia in quasi tutte le strade senza perseguire chi non si attiene alle regole da lui stesso proclamate. Per suo stesso prestigio pretenderebbe decoro pulizia e dignità impartendo sempre lezioni di educazione civica a chi non la conosce.
Ed allora è inutile prendere in giro i cittadini con finzioni di interessamento della salute pubblica."

21 commenti

Dieci giorni fa Razza disse a Musumeci: "Palermo è da zona rossa", poi però cambiò idea

"Ma che razza di assessore alla salute è un assessore che attenta alla salute pubblica. Vista intanto la gravità della sua condotta irresponsabile, mentre introita un lauto compenso per assolvere al suo mandato che non è certamente quello di tradire il popolo e, quindi, di truffarlo meriterebbe - a proprio avviso - una punizione molto severa, fermo restando l’accertamento della complicità di altri responsabili."

53 commenti

Rotoli, la rabbia dopo il dolore: "Abbiamo le tombe, ma le bare dei nostri cari sono in deposito"

"Ma c’è qualcosa che funziona bene a Palermo? Vaccinazioni: punte di attesa di 4 ore e passa. Sepolture: con molto comodo. Ritiro rifiuti, manutenzione del manto stradale e pulizia delle strade: Zero.
Incassi, istituzioni ZTL, di aree pedonali, di parcheggi a pagamento illegittimi di istituzioni di linee tranviarie in dispregio delle condizioni abitative preesistenti: a vista.
Non sono manco in grado di imitare i comuni virtuosi nel rispetto dei cittadini!
Che vadano a casa!
Largo si capaci!"

15 commenti

L'Amat ha deciso, niente monopattini elettrici a bordo degli autobus

"Prenderà un mezzo che lo porti da Bonagia ad un sito ove prendere l’altro per Partanna Mondello e se non bastasse due mezzi o tre. E se proprio non ci avesse pensato si doti pure di un automobile che lo renderebbe più indipendente e più protetto dalle intemperie atmosferiche. Quando i monopattini non c’erano come faceva. Non inventiamo scuse o stili di vita che sfidano l’intelligenza umana o si organizzi pure per lavorare all’Estero col monopattino."

21 commenti

La "pazza idea" di Orlando: "Nella bolletta elettrica il pagamento della Tari"

"Tutti i cittadini dovrebbero sentirsi defraudati da un’amministrazione comunale consapevole di una riscossione da parte dell’erario di una addizionale comunale IRPEF e di una IUC - IMPOSTA UNICA COMUNALE - corrisposta dai cittadini col pagamento della famosa IMU a fronte di un servizio che consente ai cittadini di vedere pulite soltanto le vie Libertà, Ruggero Settimo, Vitt. Emanuele e qualche altra via o piazza.
Imposta Unica Comunale di che se poi si ripropone la TARI, la ZTL, che attenta alla libertà ed alle attività dei cittadini, le Zone Blu illegittime che non riservano nello stesso sito e non nelle vicinanze un numero di parcheggi non a pagamento, corrispettivi per passi carrabili e quant’altro. Ed ora aldilà del criterio di equità ci si scervella a volere individuare metodi che indurrebbero a pagare, anche chi non produce rifiuti in unità disabitate o occasionalmente fruite a fronte di quel bel servizio di luridume concesso alla città.
Per una misura di equità anche i cittadini dovrebbero potere vedere applicate limitazioni e restrizioni di libertà nei confronti di quegli amministratori che l’hanno iniquamente determinato nei loro confronti con quanto sopra menzionato, con linee tranviarie recintate davanti le proprie abitazioni e quant’altro."

31 commenti

L'Amat ha deciso, niente monopattini elettrici a bordo degli autobus

"Se ci riuscisse infili pure il monopattino dentro un sacchetto della spesa e poi lo metta a tavola per mangiarlo o per pulire casa o lo adoperi come carta igienica. Veda lei.
E poi secondo lei un pacco della spesa ed un monopattino hanno la stessa metodologia di trasporto e lo stesso ingombro.
Per favore smettiamola. Ogni cosa al suo posto."

21 commenti

Ottimismo Musumeci: "Non siamo in zona di emergenza, immunizzati entro settembre"

"Quando ci sono le elezioni entro due giorni, una domenica ed al massimo mezzo lunedì, si è consultata tutta la popolazione tranne i minori, che non votano.
Analogamente in una situazione di emergenza, come quella attuale si poteva eseguire nelle scuole pubbliche, ove solitamente hanno luogo le elezioni, trasferendo i piuttosto che le cabine’ le urne e le schede, VACCINI, STRUMENTI IDONEI ALLA REGISTRAZIONE ED ALLA SANIFICAZIONE - COME ULTIMAMENTE -E MEDICI, COMPRESI QUELLI DI FAMIGLIA, in modo da gestire, tranne qualche rara eccezione, magari in due domeniche,TUTTA LA PROBLEMATICA VACCINAZIONE DELLA NAZIONE E PER QUANTO CI RIGUARDA DELLA REGIONE.
Ma è così difficile per il i politici ed i preposti imitare consolidate esperienze?"

11 commenti

Raccolta differenziata a rilento, la Rap: "Colpa di alcuni mezzi guasti"

"Chi si scusa si accusa!
Di chi sono i mezzi del Comune di Milano, di Roma o della Rap. Chi deve seguire la manutenzione e prevenire piuttosto che curare don Nunzio o Peppe Coppola? Allora invece di narrare particolari che non hanno rilevanza a quei cittadini condannati a vivere nel luridume, nella sporcizia e nell’insalubrità da una amministrazione comunale e connesse strutture che ancora persistono nel consentire e favorire, in assenza di controllo del territorio, dove sussistono persino manufatti abusivi, l’abbandono di rifiuti di ogni specie dappertutto. Cosa dedurre?
In assenza di telecamere e di persecuzione di telecamere, che impartiscano educazione civica a chi di competenza vuol dire che Amministrazione Comunale, Sindaco compresi si ritengono degni di amministrare questa città con questo stato."

9 commenti

Passante, Falcone: "Via alla costruzione della galleria sotto vicolo Bernava"

"Se non erro o non ricordo male quei lavori sono stati fermi circa un decennio per manomettere senza la necessaria prudenza e previsione opere preesistenti che in questo caso riguardavano danni prodotti alle fondazioni di un palazzo che sporgeva sulla linea ferrata in transito per corso Finoc. Aprile, alla stessa stregua delle invasioni acquifere procurate agli scantinati prossimi alla zona porto a causa delle manomissioni delle falde acquifere di zona per i lavori inerenti l’anello ferroviario e complessivamente per le smanie che da qualche tempo colpiscono alcuni personaggi là dove la schiena perde il suo riverito nome.
Ancora non si è capito che manomettere radicalmente le aree, dove i cittadini hanno investito il proprio danaro e parte della loro vita con le proprie attività non è corretto e si continua fare tutto come si alberasse una zona per abbellirla. Si fanno gallerie sotto le abitazioni. Ci si consentono ponti sopra le abitazioni o viceversa. Si vanno ad anteporre linee tranviarie davanti le proprie abitazioni, ignorando che tutto ciò che ricade dal sottosuolo al cielo e nel circondario non dovrebbe potere essere modificato dalla pubblica amministrazione se non con un consenso unanime di tutti gli interessati. A programmare le opere pubbliche ci si pensa precedendo le concessione delle licenze e quindi sfruttando e programmando nel migliore dei modi l’esistente. Quando si perde il treno si resta a terra, ma non si tormenta il prossimo, specialmente se numeroso, cercando di recuperare ed arrecando danni.
Ció dovrebbe valere per la nostra Amministrazione Comunale che si avvale di tutti i ritrovati della scienza moderna"

5 commenti

"Mai con la Lega", da Giunta "no" a proposta di Italia Viva: Orlando sindaco di minoranza?

"Tutto ciò che si apprende ai giorni d’oggi da la sensazione dello strascico di un’amministrazione governata da un erede del fascismo e che quindi non ha mai vissuto in un regime democratico e che quindi hanno imposto da sempre la loro volontà. Che significa o così o niente e restare al proprio posto in minoranza, cioè non condivido e quindi con imposizione della propria volontà e quindi dittatorialmente. Democraticamente se non si hanno più i numeri per governare si desume che la sua opera non viene più ne apprezzata ne approvata e ne condivisa e quindi per prima cosa si raccolgo le pezze e te ne vai a casa, non si dice o ti dimetti o ti rimuovo a meno che non vi siano motivi di illegalità, che casomai sono individuabili in chi ingiustamente pur col supporto dei cosiddetti Giusti ha rovinato e vorrebbe continuare a rovinare gente e città. Il fascismo si da per finito da oltre settanta anni. Largo ai giovani!"

30 commenti

Comune, è rottura tra Orlando e Italia Viva: "I loro assessori si dimettano o li rimuovo"

"Tutto ciò che si apprende ai giorni d’oggi da la sensazione dello strascico di un’amministrazione governata da un erede del fascismo e che quindi non ha mai vissuto in un regime democratico e che quindi hanno imposto da sempre la loro volontà. Che significa o così o niente e restare al proprio posto in minoranza, cioè non condivido e quindi con imposizione della propria volontà e quindi dittatorialmente. Democraticamente se non si hanno più i numeri per governare si desume che la sua opera non viene più ne apprezzata ne approvata e ne condivisa e quindi per prima cosa si raccolgo le pezze e te ne vai a casa, non si dice o ti dimetti o ti rimuovo a meno che non vi siano motivi di illegalità, che casomai sono individuabili in chi ingiustamente pur col supporto dei cosiddetti Giusti ha rovinato e vorrebbe continuare a rovinare gente e città. Il fascismo si da per finito da oltre settanta anni. Largo ai giovani!"

27 commenti

E’ morto Gianni Petrotta, fu l'assessore che decise di chiudere il centro alle auto

"Con tutto il rispetto per l’ei fu, rinuncio ad immaginare l’invidia che starà provando quella parte di amministrazione comunale che si è dedicata e si sta dedicando alla stessa materia, dopo avere costretto gli anziani, i sofferenti, i residenti e le attività commerciali di alcuni siti a dovere subire i disagi delle loro pedonalizzazioni e di tutto di ciò che è stato perpetrato in loro danno."

7 commenti

Tram, per il Tar inammissibile il ricorso contro le nuove linee: "Opera in gara entro fine estate"

"Visto il prevalente interesse delle persone coinvolte nella bocciatura di opere costituenti intralcio e violazione dello stato dei luoghi e delle proprietà preesistenti e quindi inutilmente dannose per il territorio esistente non resta che auspicare l’esito favorevole di un appello al competente CONSIGLIO DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA, visto che i fautori di questo progetto e per motivi che si preferisce disconoscere, a fronte di una palesata e motivata opposizione di alcuni cittadini ha insistito per la realizzazione del progetto. E così dopo avere eliminato le linee ferroviarie in città con i loro passaggi a livello (via Lazio, Notarbartolo, Lascaris, Dossuna) e quelli tranviari sessantacinque anni or sono (ancora a piazza Colonna esistono tratti dii binari a terra) oggi li rimpiazziamo adornando la città con le nuove linee tranviarie. Comunque c’è sempre il buon Dio che vede e provvede anche contro chi ha rovinato e continua a rovinare giornalmente una città, procurando danni e disagi ai cittadini.
Auguri amministratori per il bene che continuare a fare giornalmente alla città di Palermo, Sarete sempre ricordati!!!"

12 commenti

Il maestro Muti cittadino onorario di Palermo: "Un orgoglio per me che sono uomo del Sud"

"Chissà se prima di concedere la cittadinanza onoraria al Grande Maestro gli ha mostrato i rifiuti che presidiano la quasi totalità delle strade cittadino mentre le stelle dell’Amministrazione Comunale stanno a guardare. Generosamente cosa poteva dire mai il Grande Maestro se non esprimere orgoglio per l’acquisizione di quella cittadinanza onoraria, che nulla ha certamente a che fare col deleterio ed inimmaginabile aspetto igienico sanitario cui è sottoposta quotidianamente la cittadinanza presumibilmente alo stesso non noto.
Ma quando dalla cronaca apprenderà di questa realtà territoriale, in ogni consentita da questa amministrazione comunale chissà se sarà ancora orgoglioso o che cosa penserà di chi gli ha voluto conferire tale cittadinanza e dei cittadini che sopportano questa gestione."

6 commenti
  • Invio contenuti (generico): 5 Contenuti inviati
PalermoToday è in caricamento