menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' il giorno del closing, Zamparini: "Baccaglini trovi i soldi, altrimenti è tutto da rifare"

Dal 30 aprile al 30 giugno, il giorno del giudizio è arrivato. Il messaggio del "vecchio" presidente: "Spero che questo possa essere il momento giusto. Se così non sarà, troverò un’altra persona che possa guidare il club"

“Baccaglini trovi i soldi per chiudere l’operazione, altrimenti troverò un’altra persona che possa fare il presidente”. Dal 30 aprile al 30 giugno, il giorno del giudizio è arrivato. Come d’accordo, l’ex Iena nelle prossime ore dovrebbe ufficialmente acquistare il Palermo e intanto Zamparini - puntuale come un orologio svizzero -  ha subito voluto lanciare un messaggio forte e chiaro.

“C’è un contratto firmato già a febbraio, quando ancora il Palermo giocava in serie A – ha detto l’imprenditore friulano al Giornale di Sicilia – voglio bene a Baccaglini, ma voglio ancora più bene al club rosanero. Spero possa essere il giorno giusto per chiudere finalmente l’operazione. Aspetterò quanto promesso da loro. Nel frattempo vado avanti e mi preoccupo di portare il Palermo in Serie A. Sono sicuro di aver scelto gli uomini migliori per potere raggiungere questo obiettivo”.

Zamparini chiama, Baccaglini risponde? L’imprenditore friulano non sembra assolutamente intenzionato a posticipare nuovamente il closing, motivo per cui qualora Baccaglini non dovesse trovare i soldi nelle prossime ore, il Palermo potrebbe definitivamente chiudere le porte al manager inglese e trovare un nuovo profilo che possa temporaneamente prendere in mano le redini del club. “Troverò una soluzione di transizione con persone importanti a livello istituzionale per far vedere che la società è pulita e vuole andare verso un futuro roseo. Ci vorrà qualcuno pronto a fare il presidente, se Baccaglini non dovesse più farlo. Una persona che sia una garanzia per la piazza e per le istituzioni”.

Dal closing al mercato. Con o senza il passaggio di proprietà, Zamparini sembrerebbe avere le idee chiare per quello che sarà il mercato del Palermo: “Faremo una squadra di grande livello – ha confessato -  partendo dal telaio che già abbiamo: Posavec, Goldaniga, Cionek, Struna, Aleesami, Rispoli e Chochev non andranno, forse Jajalo potrà rimanere e sicuramente lì in avanti terremo Nestorovski e un po’ tutti quelli che abbiamo. A Tedino – conclude Zamparini - piace molto Sallai e forse proveremo a riprenderlo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento