menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maurizio Zamparini

Maurizio Zamparini

Zamparini: "L'arbitro ci ha negato tre rigori, Ballardini resta"

Il presidente rosanero a Udine ha ritirato un riconoscimento nell'ambito della decima Festa del Mister, appuntamento annuale dedicato ai migliori sportivi dell'anno: "A gennaio acquisti in difesa e in attacco"

Salva Ballardini e se la prende con gli arbitri. Zamparini allaontana le ipotesi di eventuali ribaltoni improvvisi e punta il dito contro Fabbri, il "fischietto" che ieri "ha negato tre rigori al Palermo". La notizia è intanto che al ritorno dopo la sosta natalizia ci sarà ancora il tecnico romagnolo, nonostante il brutto ko con la Samp. E arriva dal suo Friuli (da Udine per essere precisi) dove Zamparini ha ritirato un riconoscimento nell'ambito della decima Festa del Mister, appuntamento annuale dedicato ai migliori sportivi dell'anno. Zamparini - si legge sul sito del club - è stato premiato come 'Personalità dell'Anno del Mondo dello Sport'. A consegnare il premio è stato il presidente della Provincia Pietro Fontanini.

Il presidente ha parlato anche di calciomercato: "A gennaio arriveranno i rinforzi necessari, dobbiamo migliorare la difesa e il reparto offensivo". Così invece Zamparini sulla partita di ieri con la Sampadoria: "Gli episodi arbitrali? A Genova ci sono stati negati tre rigori, che ci avrebbero permesso di vincere la partita".

A Udine Zamparini ha parlato anche di ambizioni future: "Il mio sogno è quello di costruire una scuola calcio - ha concluso il presidente -. Un ambiente in cui insegnare ai ragazzi quei valori che oggi si sono persi, soprattutto per colpa della tecnologia che non fa ragionare con il cuore e la passione. Voglio che i giovani tornino a guardarsi negli occhi. Ritengo siano importanti le feste dello sport come questa". Non solo futuro ma anche passato. "Vi ringrazio per questo premio e per aver riportato la mia memoria indietro nel tempo, a quando ero giovane e giocavo nel mio Sevegliano. I miei ricordi più belli del mondo del calcio sono quelli di quando militavo nei dilettanti, dove si giocava per vera passione e non per soldi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento