Sport

Zamparini duro su Hernandez: "Basta birra e discoteche"

L'ennesima brutta prestazione dell'uruguaiano a Bergamo ha provocato le ire del Presidente: "Faccia una vita da atleta". A Pescara si potrebbe rivedere Brienza. E il patron pensa alla Triestina come società satellite

L'attaccante uruguaiano Abel Hernandez

"Sono deluso da Hernandez, deve mettersi in testa che deve fare la vita da atleta. Deve smettere di andare in discoteca, di bere la birra, altrimenti non farà mai strada". Duro attacco del presidente Zamparini fatto ai microfoni di StadioNews24 ed indirizzato al promettente quanto deludente attaccante uruguaiano. Il giovane centravanti è stato scelto da Gasperini per il suo esordio sulla panchina del Palermo, deludendo ogni aspettativa e non riuscendo mai ad entrare in partita.

Pochi giorni fa anche l'ex tecnico del Palermo Delio Rossi aveva espresso un amaro commento su "la Joya" e il compagno di squadra Ilicic. "Questi due sono i giocatori più talentuosi che il Palermo ha nella sua rosa - aveva detto l'ex tecnico - e la rinascita del Palermo parte proprio da loro ma è necessario venirsi incontro. Loro si devono mettere in condizione di capire che quello che stanno facendo non basta. Secondo me si deve fare il possibile affinché capiscano che il tempo passa, questo significa che non devono uscire il coniglio dal cilindro o essere salvatori della patria, ma devono capire che dai giocatori importanti ci si attende anche un comportamento importante".

Solo la giusta applicazione, fuori e dentro il campo, può far diventare Hernandez il perno offensivo di cui il Palermo ha bisogno. Numeri e statistiche parlano chiaro: i rosa hanno ottenuto un solo punto in quattro giornate, diventando così il peggior attacco del campionato con una sola rete segnata. Dopo la triste disfatta a Bergamo, il patron rosanero torna sulla situazione del Palermo:"Per ora gira tutto male. Se avessimo raccolto quanto meritato avremmo dei punti in più e saremmo nel gruppo. Abbiamo visto un identità di squadra e gioco, sono concento perché possiamo soltanto migliorare. Dobbiamo imparare a lottare per la salvezza, ma ne saremo presto fuori. Donati centrale? Grande intuizione di Gasperini, complimenti a lui. Peccato per aver tirato fuori Ilicic perché era il migliore, se fosse entrato Dybala poteva cambiare la partita, ma non ho nulla da dire perché conosce da poco la squadra".

ZAMPA PENSA ALLA TRIESTINA - Il patron rosanero accenna poi alla possibilità di acquisire la maggioranza delle quote della Triestina, lasciando la dirigenza attuale: "Potremmo aiutare la squadra a risalire dall'Eccellenza per riportarla in due anni in Lega Pro e sviluppare un progetto che ci consenta di far progredire il nostro vivaio. In Lega abbiamo già avanzato la proposta di modificare i regolamenti per consentire, come accade già in Spagna, ai club che hanno una seconda squadra in categorie inferiori di poter mandare a giocare i giocatori in Serie B o in Lega Pro, sarebbe un modo intelligente per far crescere i giovani e renderli pronti in breve tempo per la prima squadra. Il progetto potrebbe andare in porto nel giro di pochi mesi.

GASPERINI SODDISFATTO - "Perdere nel finale provoca più rammarico ma bisogna guardare alle cose positive. La squadra ha fatto un primo tempo ottimo, anche se poi è calata nella ripresa. Dobbiamo dare fiducia a questi ragazzi, io ho visto cose importanti che possono tirare fuori il Palermo da questa situazione". I ragazzi di Gasperini sembrano aver recepito i primi dettami del nuovo tecnico, assumendo un'idea di gioco più dinamica e competitiva. "Ho la fiducia di poter fare un buon lavoro - prosegue il tecnico - non abbiamo particolari obiettivi se non quelli di crescere e migliorare e, dopo prove come quest'ultima, la fiducia aumenta".


Mercoledì si tornerà in campo per il turno infrasettimanale nel quale i rosa affronteranno in trasferta il Pescara. In mattinata la squadra ha continuato la preparazione: lavoro di scarico per chi è sceso in campo contro l'Atalanta e lavoro in campo per il resto del gruppo. Sembra che Brienza si sia completamente ristabilito dopo l'infortunio, mentre Cetto svolge ancora lavoro differenziato. Il difensore Milanovic è stato fermato da un trama contusivo-distorsivo alla caviglia sinistra. A breve si avranno gli esiti degli accertamenti. Designata nel frattempo la terna arbitrale: la partita sarà affidata a Daniele Doveri (Roma), coadiuvato dagli assistenti Longo e Giachero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zamparini duro su Hernandez: "Basta birra e discoteche"

PalermoToday è in caricamento