rotate-mobile
Volley

La Re Borbone Saber batte Siracusa e spera

Seconda vittoria consecutiva dei palermitani che superano la Paomar (3-1); tre punti conquistati con qualche affanno, ottima prova di Andrea Simanella

Vittoria secondo pronostico per la Re Borbone Saber Palermo nella 16/a giornata del campionato di Serie B maschile di volley (girone I). Al Palaoreto, dove nel turno precedente aveva subìto la prima sconfitta stagionale la capolista Letojanni, stavolta è caduta la Paomar Siracusa con il punteggio di 3-1 (parziali 25-21, 23-25, 25-22, 25-18). Il sestetto del presidente Giorgio Locanto, complice un attacco influenzale che ha debilitato la potente ala Nicola Atria e una condizione altalenante di qualche altro elemento, non ha giocato una delle migliori partite ed ha dovuto stringere i denti per portare a casa il risultato che mantiene ancora intatte le possibilità di raggiungere i play-off. La partita è stata a lungo equilibrata e caratterizzata da tanti errori da entrambe le parti: la Re Borbone Saber ha peccato spesso di concentrazione, ma nei momenti topici ha sfruttato la migliore qualità tecnica ed esperienza. Il tecnico Nicola Ferro ha ruotato l’organico a disposizione per provare a scuotere i suoi, trovando un’ottima risposta nell’ala Andrea Simanella, top scorer del match con 21 punti e tanta determinazione. L’opposto Fabian Gruessner ha messo a terra palloni importanti anche se fisicamente non al meglio, il libero Marco Sutera è stato sempre attento e preciso, mentre il centrale M’hamed Banauas ha regalato alcuni bei lampi. La Re Borbone Saber Palermo rimane quarta in classifica, ma la distanza dal secondo posto, l’ultimo utile per accedere ai play-off, si è ridotta da 6 a 5 punti dopo il sofferto 3-2 del Viagrande a Cinquefrondi. Il prossimo turno (25 febbraio) vedrà la formazione palermitana ancora in casa contro il Papiro Fiumefreddo che occupa la penultima posizione.

La cronaca

Partenza da brividi per la Re Borbone Saber che non riesce a prendere le giuste misure, paga una concentrazione ballerina e si ritrova sotto anche di 8 punti (3-11, 4-12). A questo punto è Fabian Gruessner a suonare la carica con le sue “bombe”, mentre Andrea Simanella e Marco Lombardo alzano il muro. I palermitani raggiungono una sofferta parità (16-16, 18-18, 19-19), quindi fanno leva sull’esperienza e portano a casa il set: 25-21. Seconda frazione a lungo all’insegna dell’equilibrio (6-6, 12-12, 15-15, 21-21), ma i siracusani, trascinati dall’ottimo Saraceno, stavolta non mollano e pareggiano il conto: 25-23. Nel terzo set i biancoverdi dominano fino a metà strada (6-0, 13-8, 19-14), poi si fanno raggiungere sul 19-19. Ci vuole il ritorno in campo di Gruessner e il positivo inserimento di Banauas per chiudere sul 25-22. Nel quarto parziale parte ancora meglio Siracusa (5-8, 9-12), ma Palermo rimonta con l’orgoglio e non si fa più sorprendere fino al 25-18 che chiude il match.

Il tabellino
RE BORBONE SABER PALERMO-PAOMAR SIRACUSA 3-1
Parziali set: 25-21, 23-25, 25-22, 25-18  
RE BORBONE SABER PALERMO: Sutera (L1), Blanco 7, Donato (L2), Ferro, Gruessner 16, Brucia, A. Simanella 21, Lombardo 14, Galia 5, Giordano, Opoku, G. Simanella 2, Atria 4, Banauas 6. All. Nicola Ferro.
PAOMAR SIRACUSA: Marsano 1, Saraceno 16, Bafumo 2, Bonaccorsi 2, Gulisano (L1), Caramagno 1, Venosa (L2), Pappalardo 7, Belkhamsa, Maggiore 9, Germano, Verona, Rubino 9. All. Mirko Peluso.
Arbitri: Vincenzo Emma e Martina De Luca

I commenti
L’allenatore Nicola Ferro: “Eravamo reduci da una settimana tribolata, non siamo mai riusciti ad allenarci in dodici e qualcuno come Atria ha pagato la febbre che lo aveva debilitato fino alla vigilia. Non siamo stati brillanti, ma era importante portare a casa il risultato che ci permette di rosicchiare un punto in classifica al Viagrande. Mi aspettavo di più dalla Paomar Siracusa, che invece ha mostrato parecchi limiti, mentre le nostre rotazioni sono state decisive. Andrea Simanella ha cambiato la partita e anche M’hamed Banauas ha confermato di avere buoni numeri. Noi andiamo avanti per la nostra strada, sappiamo che non possiamo sbagliare niente e stiamo già pensando alla prossima partita contro il Papiro Fiumefreddo che, pur perdendo 3-1, ha saputo creare qualche problema alla capolista Letojanni”.
Il presidente Giorgio Locanto: “Siamo riusciti nell’obiettivo della vittoria, anche se l’influenza ha compromesso il rendimento di qualche elemento. Siamo stati lenti ad entrare in partita, anche mentalmente, poi abbiamo ritrovato il ritmo e fatto pesare la differenza dei valori. Quando giochiamo da squadra, possiamo sfidare chiunque. Dunque, avanti così: dobbiamo vincere tutte le partite e sperare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Re Borbone Saber batte Siracusa e spera

PalermoToday è in caricamento