rotate-mobile
Volley

Re Borbone Saber, Gruessner: "Siamo ancora in corsa"

La Serie B riposa, l’opposto biancoverde carica i compagni: “Crediamoci”

Il campionato di Serie B maschile di volley (girone I) si ferma per due settimane, prima di riprendere il 4 febbraio e iniziare la volata finale. Si tratta dell’ennesimo stop di un torneo troppo spezzettato e già partito col piede sbagliato sotto il profilo organizzativo: soltanto dieci squadre al via, dopo il ritiro in extremis del Partinico, per giunta costrette ad un doppio turno di riposo (sia all’andata che al ritorno). “Tutto questo – sottolinea Fabian Gruessner, opposto della Re Borbone Saber Palermo – non ci aiuta e spezza il ritmo. Ci fermiamo troppo e ciò ha reso tutto più complicato”.

Dopo la seconda giornata del girone di ritorno, la classifica è già delineata. In testa il Letojanni è uno schiacciasassi (10 partite, 10 vittorie, 30 punti), mentre alle sue spalle l’Universal Viagrande (25 punti) è la favorita per il secondo e ultimo posto disponibile per i play-off. Subito dietro c’è la Re Borbone Saber Palermo di Nicola Ferro, terza a quota 20, che si era rilanciata con 6 successi di fila e il raggiungimento della seconda piazza, prima di cedere in casa al Viagrande e poi a Bronte. “Nelle ultime due partite – continua Gruessner - abbiamo conquistato un solo punto su 6 disponibili. Diciamo che le vacanze di fine anno non ci hanno fatto bene. Peccato, perché la squadra girava ed aveva acquisito un ottimo livello di amalgama. Ora il secondo posto si è allontanato di 5 lunghezze, ma dobbiamo continuare a crederci. Mancano 7 partite e ci sono parecchi scontri diretti”.

Alla ripresa del campionato ci sarà subito una sfida da brividi. Al Palaoreto, infatti, sarà di scena la “corazzata” Letojanni che ha fin qui asfaltato tutte le rivali. “Ma sul nostro terreno – dichiara fiducioso Fabian Grussner – hanno sempre sofferto, perdendo spesso. Ci stiamo preparando per bene a questo impegno, faremo di tutto per vincere e rilanciarci: la pressione sarà tutta per loro e noi non avremo nulla da perdere. Abbiamo tutto per metterli in difficoltà, le qualità tecniche e il campo grande”.

Fabian Gruessner, palermitano di Bagheria come la mamma, con padre tedesco, gioca da 6 anni con la squadra del presidente Giorgio Locanto. Ha carisma, potenza ed è tra i migliori giocatori di tutta la Serie B. “Ho sempre viaggiato – conclude l’opposto biancoverde, che concilia gli impegni agonistici con l’attività di “property manager” di una agenzia immobiliare che opera nel settore turistico – ad una media di 28-30 punti a partita, anche se quest’anno ci sono riuscito soltanto cinque volte. Ma il mio bilancio personale lo giudico comunque positivo, soprattutto alla luce delle ultime prestazioni. Anche quando sono uscito non è stata per scelta tecnica e la panchina ha risposto bene. Come tutti, naturalmente, posso dare di più, ed è con questo spirito che dobbiamo affrontare la seconda parte della stagione, provando a rifare quel filotto di vittorie che ci aveva portato in alto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Re Borbone Saber, Gruessner: "Siamo ancora in corsa"

PalermoToday è in caricamento