Volley C femminile, il Pvp Panormus torna subito alla vittoria contro Capaci

Dopo lo stop interno contro la vicecapolista del torneo, le rosanero riscattano la sconfitta battendo il fanalino di coda dello Snai Capaci

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

CAPACI (PA). Serviva un pronto riscatto, e così è stato. Ed il PVP Panormus di Fabio Siciliano e Giovanni Pappalardo lo trova con la squadra più giovane del torneo, la Snai Capaci di Enza Cataldo. Nella settima di andata, le rosanero non tradiscono l'impegno con i tre punti e liquidano in altrettanti set le padrone di casa, attualmente relegate in fondo alla classifica. Gara a senso unico e mai messa in discussione, dove il tecnico palermitano ha avuto la possibilità di schierare tutta la rosa a disposizione. La squadra del Progetto Volley Palermo continua in modo silente il suo entusiasmante percorso, avendo ceduto - dopo sette giornate - appena due gare, e trovandosi in quinta posizione in graduatoria, mantenendo l'obiettivo tranquillità prefissato. Una crescita graduale ed alla vista di tutti per il gruppo di Siciliano, compresa quella individuale di Alessia Ferro (nella foto), la palleggiatrice 16enne della formazione di via Lanza di Scalea ed atleta più giovane della squadra. Nel prossimo appuntamento, Ratti e socie torneranno in casa al PalaWinning per affrontare il GS Volley Farmacia Caronna di Renato Ciappa (sabato 17 dicembre, ore 18) La classifica: Trabia 21, US Volley Pa 18, Volley Club Leoni 16, Canicattì 13, PVP Panormus 12, Aragona 10, Altofonte e GS Volley 9, Terrasini 7, Mondello e Trapani 5, Capaci 1. SNAI CAPACI - PVP PANORMUS 0-3 (15-25 18-25 25-27) SNAI CAPACI: Lisotto, Vermiglio, Vassallo, Tortorici, Giambona, Di Maggio, Riso, Ignoffo, Rappa, Provenzano, Merlino (L), All. Cataldo. PVP PANORMUS: Vicari, Ratti, Giuffrida, Cuti, Zito, Bonaccorso, Ferro, Vilardo, Marino, Avellone, Morello (L1), Lo Gerfo (L2). All. Siciliano.

Torna su
PalermoToday è in caricamento