Volley B2 femminile, la Ultragel Ard palermo espugna il campo di Benevento

Quarto successo consecutivo per la formazione di Tommaso Pirrotta. La zona play-off si trova adesso a due lunghezze

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

BENEVENTO. Chiudere gli occhi e sognare i piani alti divertendosi. Il "cinque" di Giulia Moltrasio e Rosalba Greco è la sintesi dell'impresa compiuta dalla Ultragel Ard Palermo in terra campana nella settima giornata di ritorno. Al PalaParente di Benevento, le rosanero riscattano la prestazione dell'andata, ricambiando con gli interessi lo stesso risultato alle avversarie. E' la quarta vittoria consecutiva per Palermo, la prima volta in campionato in cui la squadra di Pirrotta piazza un filotto positivo di questa portata. Nonostante il risultato, non è stata assolutamente una gara semplice, specialmente nel cuore dell'incontro, al secondo e terzo set.

L'encomio va al gruppo per avere gestito con lucidità i momenti topici della gara, recuperando un ampio svantaggio nel secondo parziale (perso ai vantaggi per 26-24) e non perdendo la ragione a ritmo invertito nella terza frazione di gioco (vinta per 25-27). La partita si è giocata, con grande merito, proprio negli ultimi sprazzi del terzo set, che ha decretato la vincitrice dell'incontro essenzialmente dal punto di vista psicologico. Fra tutte, oltre l'evidenza in doppia cifra di Francesca Campagna (11), Gloria De Kunovich (13) e la solita Rosalba Greco (17), una lode con menzione va ad un'eccezionale Simona Vaccaro (con il suo 83% di positività) e ad un'ispirata Chiara Caruso al centro che, dopo avere sostituito Loredana Balsamo per una lieve distorsione patita ad inizio gara, è stata puntualissima a muro ma soprattutto in attacco (1o punti a referto per lei).

A completare l'opera di gran classe, ci ha pensato Speranza Maiello con il suo contribuito incisivo nei momenti bui di Palermo e capace di ristabilire ordine ed equilibrio necessari alla sua squadra. Il solito sestetto schierato dal tecnico palermitano dal primo punto produce i suoi frutti quasi istantaneamente. Moltrasio spazia con la fantasia servendo a dovere le sue attaccanti che non la deludono e consentono alla Ultragel Ard Palermo di stare sopra già dal primo time-out tecnico (4-8). Il momento di gloria continua anche grazie ad un impeccabile turno in battuta di Rosalba Greco (6-14), che sostanzialmente impedisce reazioni di sorta da parte delle padrone di casa, costrette a cedere un primo set terminato 16-25. Storia a sé nel secondo parziale. L'Accademia Volley Benevento, nonostante l'attuale momento "no" in campionato, mostra i muscoli e decide di aprire le danze, ricordando a Palermo anche la performance esibita al PalaWinning all'andata. L'equivalenza permane fino al 16-14 per Benevento, fin quando D'Ambrosio e compagne alzano l'asticella del proprio rendimento giungendo anche sul 20-15, quando Pirrotta chiama il suo tempo discrezionale.

C'è tempo per altri due punti siglati da parte della formazione di Ruscello (22-15), poi Palermo sfodera le carte giuste, incitato anche dalla sicurezza in seconda linea delle ricezioni e difese di Simona Vaccaro, e trovando l'ispirazione per rianimare un set quasi compromesso. Il break di 8-1 piazzato da De Kunovich e compagne ne è la dimostrazione (23-23), ma sul più bello le campane escono da una situazione imbarazzante avendo la meglio ai vantaggi (26-24) e ristabilendo la parità dell'incontro sull'1-1. Terzo set, corrente alternata ma questa volta in favore di Palermo. Ci vuole convinzione e così le siciliane si ricordano dell'impeccabile lavoro svolto al primo parziale. Questa volta, però, bisogna fare i conti con un Benevento vigoroso, che concede poco all'antagonista. La Ultragel Ard Palermo cerca una prima fuga sul 5-9 (interrotta sul 10 pari), e successivamente sul 16 pari è Campagna in battuta a mettere il turbo per la sua squadra che giunge addirittura sul 16-22. Benevento recita il ruolo della scalatrice annullando tutto il vantaggio accumulato dalla squadra di Pirrotta (22-22). Sul punto a punto, deciderà un fallo di doppia della De Rosa a consegnare il set a Palermo (25-27 e 1-2). Il quarto set diviene una formalità per le ragazze del presidente Alioto. Palermo crede nel colpaccio, e va in scioltezza.

Prima, però, deve superare il primo time-out tecnico (5-8) e l'ultimo sospiro di Benevento (8-9) per annientare definitivamente l'antagonista. I quattordici attacchi-punto delle rosanero, contornati dai tanti errori degli avversari (9), stendono il tappeto rosso alla Ultragel Ard Palermo che in grande stile conquista il set (12-25) e la partita (1-3). I tre punti conquistati con merito in un campo arduo come quello di Benevento (dove Fiamma Torrese e Palmi hanno avuto la meglio solo al tie-break) proiettano la squadra di Tommaso Pirrotta al quarto posto in classifica, riducendo a due punti il distacco dalla piazza utile valevole per l'accesso ai play-off (occupato al momento dalla LP Pharm Napoli). Palermo c'è, e ha aperto ufficialmente un nuovo capitolo della storia del suo campionato: dopo la salvezza conquistata con grande anticipo, puntare alla zona verde della classifica diventa una mission alla portata. E sabato prossimo (ore 16), secondo step contro la diretta rivale Link Campus Napoli, con cui la Ultragel Ard Palermo divide la quarta piazza in graduatoria: puro spettacolo annunciato al PalaWinning. La classifica: Fiamma Torrese 49, Planet Strano Light 47, LP Pharm Napoli 36, Ultragel Ard Palermo, Palmi e Link Campus Napoli 34, Modica 33, Benevento 25, Siracusa 24, Reggio Calabria e Lamezia 19, Pallavolo Sicilia Catania 6, Potenza 0.

IREPLACE ACCADEMIA BENEVENTO - ULTRAGEL ARD PALERMO 1-3 (16-25 26-24 25-27 12-25)
IREPLACE ACCADEMIA BENEVENTO: Padua 6, Modestino 1, Grillo, Fusco 8, De Cristofaro, Cona, Principe 13, De Rosa 4, Dell'Ermo 10, Pisano Mi. (L), Pisano Ma., D'Ambrosio 6. All. Ruscello.
ULTRAGEL ARD PALERMO: Campagna 11, Caruso 10, Crescente 2, Balsamo 4, Moltrasio 2, De Kunovich 13, Russo 11, Maiello, Greco 17, Vaccaro (L), Bruno n.e., Lanzalaco n.e. All. Pirrotta. Arbitri: Giovanni Di Scipio e Michele Lotito di Potenza.

Torna su
PalermoToday è in caricamento