Volley B2 femminile, impresa dell'Ultragel Ard Palermo in Campania

Successo delle palermitane, che conquistano bottino pieno in casa dell’ex vice capolista del torneo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

MARIGLIANO (NA). Impresa della Ultragel Ard Palermo. Le siciliane riscattano la disfatta interna di sette giorni fa contro Benevento e vendicano la propria sconfitta contro un'altra campana, la Link Campus Pallavolo Nemesi Napoli, andando a conquistare bottino pieno in trasferta. Una prestazione da incorniciare - la migliore di questo primo scorcio di campionato - per le rosanero, che hanno la meglio sulla compagine che sino a quel momento è stata la vice capolista del girone I di B2 femminile. Tutte le ragazze chiamate in causa rispondono bene all'appuntamento con la vittoria, con la spunta della lode per una super De Kunovich, un'encomiabile Adriana Crescente ed una prestigiosa Loredana Balsamo, sontuosa a muro. Tre punti che premiano anche l'intuizione tattica di Tommaso Pirrotta, ingegnoso nello schierare in campo il sestetto tipo invertendo le diagonali delle attaccanti e delle centrali. Risultato? Un muro efficiente e capace di contrastare nei momenti clou le bocche di fuoco avversarie Corallo e Di Cristo, nonché un attacco funzionale e ben distribuito (in doppia cifra a fine gara, infatti, andranno Crescente, Balsamo, Greco e De Kunovich). Ma la forza della Ultragel Ard non si basa soltanto nell'azzeccata mossa del proprio allenatore. Il successo indossa anche l'abito di un gruppo giovane ma caparbio, coeso, affiatato e - cosa che mancava alla città di Palermo in ambito nazionale - ricco di entusiasmo. Un organico capace di non perdere la testa nei momenti di "apparente buio da gara" (una ricorrente attenuante per quei gruppi dall'età media analoga a quella della prima squadra del PVP), uscendo con le proprie forze da situazioni impegnative e difficili come: • la defezione di Carlotta Russo: la banda palermitana, ancora alle prese con la distorsione alla caviglia rimediata alla vigilia della gara interna contro Benevento di una settimana fa, non ce la fa a recuperare per la trasferta campana, e cede il testimone alla "collega di reparto" Adriana Crescente, tra le determinanti per la vittoria finale; • il fattore campo: vincere fuori casa, soprattutto nel campo della seconda forza del torneo; • lo svantaggio iniziale: perso il primo set per 25-20, Palermo rientra in campo nel secondo parziale in silenzio, ma dimostrando con i fatti il proprio valore e piazzando nei primi due minuti un break iniziale di 0-4 che gli consente di amministrare il vantaggio e conquistare senza patemi l'1 a 1; o ancora al quarto set, il più convulso dell'incontro, quando nonostante l'ampio dominio iniziale, le palermitane si fanno dapprima raggiungere sul 17-17 e successivamente sorpassare (23-21), facendo sfiorare l'idea di un plausibile tie-break ma uscendo magistralmente dal pericolo grazie al duo Greco-De Kunovich e vincendo il set per 21-25, quello che vale l'incontro. Per la cronaca, Palermo soffre - come ci ha abituato - i primi scambi del match, accusando i colpi delle locali e non avendo dalla sua parte al primo set l'incisività in attacco di Adriana Crescente (25-20). Nel secondo set, entra in gioco l'animo vincente della squadra del presidente Alioto, con Simona Vaccaro autentica leader della seconda linea ed in fase difensiva, seguita dal restante sestetto. Moltrasio si concede peraltro un punto raffinato piazzando il suo secondo tocco all'incrocio delle righe di fondo campo spiazzando la retroguardia locale (16-25). Napoli è nel pallone, e Palermo ne approfitta senza tanti complimenti anche al terzo set, con Balsamo e Greco che sciorinano attacchi e punti importanti per la conquista del parziale (19-25). Le emozioni si vedono al quarto ed ultimo set al cardiopalma: Palermo sembra viaggiare ed al primo time out tecnico è già sul 3-8, con un muro da cineteca di Crescente (nel frattempo entrata a pieno ritmo in gara) sull'esperta Alessia Corallo. Balsamo è talmente incontenibile dal centro da ritrovarsi in più occasioni invano il "muro a tre avversario". Le campane non demordono e, lentamente, ritrovano lo spirito di inizio partita, arrivando dapprima a dimezzare lo svantaggio (14-16) e successivamente ad agguantare le avversarie sul 17-17. Nel consueto doppio cambio di Pirrotta, Sabrina Lanzalaco sigla con classe il suo punto che strappa gli applausi del pubblico presente (17-18). Napoli rimane agganciato al treno e ritrova la parità nel momento clou (20-20), piazzando a ruota un break di 3-1 (23-21) che fa sognare il pubblico del Palasport di Marigliano per il possibile tie-break. Ma Moltrasio e compagne sono in giornata di grazia: Greco, prima in attacco a tutto braccio sul libero campano e poi in battuta fa tremare la ricezione locale (23-23), ma ci pensa una superlativa Gloria De Kunovich a prendere in mano l'equilibrio dell'incontro piazzando due punti consecutivi che sanciscono il 23-25 per Palermo e la vittoria finale che vale tre punti da aggiungere ad una sorprendente classifica. COMMENTI. Loredana Balsamo, centrale: "Abbiamo giocato una partita da manuale. Era una gara difficile per tanti fattori, ne eravamo talmente consapevoli da uscire il carattere e la determinazione, elementi che ci hanno contraddistinto in questi mesi. Mi permetto di dire che siamo state tutte quante all'altezza e bravissime, contenendo gli errori ed ascoltando fedelmente i consigli di Tommaso (Pirrotta, ndr), che ha azzeccato tatticamente la gara. E' vero, partiamo sempre in sordina, ma questa volta abbiamo saputo trovare la soluzione al momento giusto: una soluzione che è valsa tre punti. E' chiaro che l'entusiasmo all'interno dello spogliatoio è alle stelle, e questa vittoria ci ha donato una carica che servirà sicuramente per affrontare il prossimo impegno contro Modica in programma sabato al PalaWinning". La classifica: Planet Strano Light CT* e CMO Fiamma Torrese* 19, Link Campus Napoli 16, Ultragel Ard Palermo* e LP Pharm Napoli* 14, Ireplace Accademia Benevento 13, Ekuba Futura V. Palmi RC** 11, Modica* e Siracusa 9, Lamezia** 7, Cuore Reggio Calabria 6, Pallavolo Sicilia Catania 4, Potenza* 0 (*) osservato il turno di riposo (**) osservato il turno di riposo ed in attesa di disputare la gara Palmi - Lamezia

Torna su
PalermoToday è in caricamento