Sport

Vivicittà, al traguardo arrivano in mille: c'è anche un ultraottantenne

A fare da corollario alla manifestazione (dodici chilometri da percorrere) la protesta pacifica dei lavoratori Almaviva. Vince Vincenzo Agnello

Vincenzo Agnello scrive per la prima volta il suo nome nell’Albo d’Oro del Vivicittà di Palermo. L’atleta di Misilmeri, tesserato per il Casone Noceto Parma, ha trionfato oggi dopo una gara condotta in testa sin dallo start. Per lui il tempo finale di 39’38. A dargli filo da torcere, Alessio Terrasi (Fiamma Rossa Palermo) che per tre quarti di gara ha tenuto la scia dell’allievo di Tommaso Ticali, cedendo nel momento clou della sfida (40’15). Terza piazza per il marocchino dell’Universitas Palermo Bibi Hamad.

“E’ stata una gara dura per via del caldo – ha affermato Vincenzo Agnello -  percorso bello ma faticoso con la salita di corso Vittorio Emanuele difficile da affrontare due volte”. Quello di oggi è stato un buon allenamento in vista di una gara sui 10.000 in pista che correrò il 24 aprile a Bologna”. Tutto come da copione, invece nella gara al femminile con la vittoria dell’azzurra Silvia La Barbera (Forestale) che ha chiuso i 12 chilometri del percorso in 44’51. Una passerella per l’atleta di Altofonte, a otto giorni dalla sfortunata prova di Cardiff nei mondiali di mezza maratona. 

Quasi 1.000 gli atleti giunti al traguardo, tra questi anche l’ultraottantenne Francesco De Trovato (Sportamatori Partinico), in assoluto il meno giovane della competizione. Prima della competitiva, il Vivicittà di Palermo ha vissuto sicuramente il suo momento più bello con la passeggiata ludico motoria che ha visto protagonisti quasi 3.000 tra bambini e genitori. Un fiume di persone colorato dal rosso delle loro maglie che ha attraversato la città: tre chilometri, chi di corsa, chi passeggiando, ma tutti con il sorriso in bocca. A fare da corollario alla manifestazione la protesta pacifica dei lavoratori dell’azienda Almaviva che a Palermo ha annunciato 1670 licenziamenti.

A dare il via alla manifestazione è stato il sindaco Leoluca Orlando insieme all'assessore allo sport Giuseppe Gini. "Una splendida iniziativa in una splendida giornata in una splendida città. - ha commentato Orlando-. Voglio esprimere il mio apprezzamento alla Uisp e a tutti coloro che si sono adoperati per questo grande risultato che contribuisce a rendere la nostra città ancora più vivibile".  

Poi, Orlando ha aggiunto: "In questa giornata voglio ricordare Salvatore Balistreri, a cui è dedicato questo evento, che ha fatto della sua disabilità una fonte di forza e impegno che ha dato coraggio a molti e che ha dato un contribuito importante affinchè la comunità palermitana avesse una maggiore consapevolezza sulla disabilità  e in particolare su quella causata dalla lesione midollare".  Al termine della gara, il sindaco ha partecipato, insieme a Totò Antibo, alle premiazioni dei vincitori delle varie categorie in competizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vivicittà, al traguardo arrivano in mille: c'è anche un ultraottantenne

PalermoToday è in caricamento