menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lucca buca la Viterbese all'andata

Lucca buca la Viterbese all'andata

Almici come prima, Boscaglia ritrova il suo terzino: "Catania? Prima vinciamo a Viterbo"

Calcio d’inizio domani alle ore 12.30. Conferma per Santana. Il tecnico punta su Lucca per provare a rimettersi in carreggiata dopo lo stop casalingo col Catanzaro

Torna Almici, conferma per Santana. Boscaglia riparte da loro, ma anche e soprattutto dai gol e dai centimetri del giovane Lucca per provare a rimettersi in carreggiata dopo lo stop casalingo col Catanzaro. Mercoledì sera c’è il derby con il Catania, “prima però si dovrà pensare solo e unicamente alla Viterbese” (calcio d’inizio domani alle ore 12.30) ha ribadito ai cronisti il tecnico rosanero. 

Se c’è una sola parola che Boscaglia non vuole sentir nominare, quella è sicuramente “Catania”. Nei pressi di viale del Fante si è già entrati in clima derby, per questo il tecnico rosanero in settimana ha voluto isolare la squadra, concentrandosi solo e soltanto sul prossimo impegno: la Viterbese. “Le scelte di domani – ha detto Boscaglia in sala stampa – non saranno assolutamente condizionate dall’impegno del Massimino. Noi – continua -  al Catania non ci pensiamo proprio, testa al match di domani, anche perché non possiamo permetterci il lusso di gestire i giocatori o di pensare ai diffidati. Con la Viterbese dovremo avere il solito senso del pericolo, non dimentichiamoci che giocheremo una partita molto importante per la classifica. Dobbiamo dare continuità a un certo tipo di lavoro che stiamo facendo, queste sono gare che vanno gestite con intelligenza. La paura – spiega – qualche volta ti fa anche sentire vivo”.

E se da un lato c’è la paura, dall’altro c’è sicuramente un senso di spensieratezza per il rientro in gruppo di Almici. L’ex difensore del Verona sarà sicuramente un valore aggiunto sia per il reparto arretrato che per tutto lo spogliatoi. “Chi l’ha sostituito in questi mesi – racconta Boscaglia – l’ha sicuramente fatto in maniera eccellente, ma Alberto è un giocatore di grande spessore. Il suo è un rientro molto importante, tecnicamente ci darà qualcosa in più. Penso che il suo recupero possa avere un impatto psicologico positivo, la squadra crede molto in lui”. Da capire invece chi verrà “sacrificato” a sinistra fra Accardi e Crivello, con il numero 4 leggermente favorito, essendo stato provato più volte durante la settimana, così come confermato da uno stizzito Boscaglia. “Avremo qualche spia all’interno dello spogliatoio – ha detto il tecnico rosanero in risposta alla domanda dei giornalisti - perchè abbiamo sempre lavorato a porte chiuse". 

Chiosa finale sul futuro del club rosanero in una settimana in cui si è parlato della sempre più concreta liquidazione della società controllante Hera Hora. “Continuo ad avere sensazioni ottimali sul progetto e quindi sul futuro della società. La proprietà ci ha rassicurati, per il resto dovete parlare con i dirigenti. Quello che posso dirvi è che io ho firmato un contratto biennale e ad oggi nulla è cambiato. Oggi però è molto importante pensare al presente. Per il futuro  - conclude – continuano a esserci garanzie importanti da parte della società”.

Qui Palermo

Può finalmente sorridere Boscaglia per il recupero sulla corsia di destra di Almici. Da capire invece come verranno gestiti i due palermitani (Accardi e Crivello) sul versante opposto. A centrocampo nell’ipotetico 4-3-3 del tecnico rosanero c’è spazio ancora una volta per Luperini, De Rose e l’argentino Santana. Kanoutè non decolla, così al suo posto ci sarà il giovane Rauti con Floriano a sinistra e Lucca unica punta. 

Qui Viterbese

Tre vittorie, un pareggio e una sconfitta nelle ultime cinque. Un filotto niente male per la Viterbese, che ha permesso al tecnico dei leoni di riaffacciarsi in zona playoff. vincere col Palermo in questo senso potrebbe davvero voler dire aver fatto un balzo in avanti. Si va verso la conferma del 4-3-1-2 con Rossi e Murillo in attacco. 

Le probabili formazioni 

VITERBESE (4-3-1-2): Daga; Baschirotto, Bianchi, Camilleri, Urso; Adopo, Bensaja, Salandria; Palermo; Murilo, Rossi.
PALERMO (4-3-3): Pelagotti; Almici, Somma, Marconi, Accardi; Luperini, De Rose, Santana; Rauti, Lucca, Floriano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento