Sport

Dopo il sogno sfumato dell'America's Cup, Bruni torna nella sua Palermo: "Speriamo di avere una rivincita"

Il timoniere di Luna Rossa ha partecipato a un evento al circolo velico di Sferracavallo, del quale è direttore sportivo. Presente anche Totò Orlando, presidente del Consiglio comunale: "Con quel ‘forza Palermo’ urlato al mondo intero, ci ha ricordato che viviamo in una città di mare, ma dobbiamo saper sfruttare le nostre potenzialità"

Francesco Bruni

E' tornato nella sua Palermo il timoniere di Luna Rossa Francesco (Checco) Bruni. Il velista a febbraio ha disputato la Prada Cup e con la sua colorita esultanza ha portato il capoluogo siciliano in giro per il mondo. Il suo "forza Palermo" urlato a squarciagola dopo la sfida contro i britannici di Ineos di Ben Ainslie non è passato inosservato.

Bruni ha partecipato a un'iniziativa al circolo velico di Sferracavallo, del quale è direttore sportivo. Per lui l'emozione di chi torna a casa e un'inevitabile riflessione sui mesi appena trascorsi. Con Luna Rossa ha sfiorato la vttoria dell'America’s Cup: "Abbiamo fatto un risultato incredibile, ne siamo coscienti. Eravamo ad un passo da un'avventura incredibile, ci siamo andati vicino, ce l’abbiamo messa tutta e speriamo di avere una possibilità di rivincita".

Presente all'evento anche Totò Orlando, presidente del Consiglio comunale. "Checco Bruni - ha detto Orlando - ci ha ricordato che viviamo in una città di mare, ma dobbiamo saper sfruttare le nostre potenzialità. Con quel ‘forza Palermo’ urlato al mondo intero a bordo di Luna Rossa, Checco Bruni ci ha fatto ricordare che la nostra è una città di mare. Poi, però, ci guardiamo attorno e ci rendiamo conto di tutte le occasioni che non sfruttiamo, di tutte le potenzialità dimenticate: abbiamo il dovere di valorizzare questo momento e non disperdere l’entusiasmo che Bruni ci ha trasmesso, mettendo al centro dell’agenda politica la ricostruzione del rapporto tra Palermo e il mare”.  "Se pensiamo alle attività sportive ed economiche legate al mare, alle nostre borgate marinare a partire da Sferracavallo, ai lunghi tratti del litorale cittadino e alle potenzialità del Foro Italico – ha aggiunto Totò Orlando – è evidente che questa città fino ad ora non è stata in grado di valorizzare appieno il suo rapporto con il mare. Abbiamo il dovere di lavorare in questa direzione per offrire a Palermo e ai palermitani nuovi servizi e nuove occasioni di economia, occupazione e benessere collettivo”.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il sogno sfumato dell'America's Cup, Bruni torna nella sua Palermo: "Speriamo di avere una rivincita"

PalermoToday è in caricamento