Sabato, 24 Luglio 2021
Sport

Cemento maledetto: Cecchinato subito fuori a New York

Il palermitano delude agli Us Open e viene eliminato al primo turno contro il 36enne Benneateau. Il francese vince in rimonta in quattro set

Continua la maledizione del cemento per Marco Cecchinato che dopo le splendide settimane vissute tra Parigi (semifinale al Roland Garros) e Croazia (vittoria a Umago, sulla terra), non riesce a ritrovarsi. Il palermitano viene subito eliminato al primo turno degli US Open 2018. Dopo le sconfitte a Toronto, Cincinnati e Winston-Salem, arriva anche quella nell’ultimo Slam dell’anno. Vince - e lo fa contro pronostico - il francese Julien Benneteau, numero 58 del mondo, all'ultima recita della carriera. Il transalpino si è imposto in rimonta in quattro set con il punteggio di 2-6 7-6 6-3 6-4 dopo tre ore e ventitré minuti di gioco.

E dire che Cecchinato - che rimanda quindi ancora una volta la prima vittoria sul cemento - era partito alla grande, dominando il primo set. Il palermitano era riuscito nel quarto game (alla quarta palla break) a strappare il servizio a Benneateau e a portarsi sul 3-1. Un set vinto agevolmente per 6-2 che non lasciava presagire il crollo seguente. "Ceck" - arrivato a New York da numero 21 del mondo - era partito sprintando anche nel secondo set, ma dopo essersi issato sul 2-0 si è fatto controbrekkare dal francese che si è aggiudicato il set per 7-5.

Il palermitano è calato vistosamente e sono aumentati gli errori non forzati. Benneteau, 36 anni, sfidando il caldo di New York, ha poi liquidato il palermitano vincendo 6-3, 6-4 anche gli altri due set.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cemento maledetto: Cecchinato subito fuori a New York

PalermoToday è in caricamento