Sport

Di Natale segna sempre, i rosa mai Trasferte ancora da incubo

Con l'attacco ancora a secco fuori casa arriva la quarta sconfitta su cinque partite lontano dal Barbera. Il capitano dell'Udinese puntuale all'appuntamento col gol, gli uomini di Mangia pagano le assenze di Pinilla ed Hernandez

L'attaccante Fabrizio Miccoli

L'incubo trasferte continua. Il Palermo rimane ancora a secco di reti alla quinta gara esterna, l'Udinese ringrazia, rimane imbattuto e mette dentro tre punti grazie al solito gol di Di Natale per il secondo posto in classifica. Prima due trequartisti, poi uno, perfino il 4-2-3-1, Mangia le ha provate tutte, ma non è bastato per interrompere la sterilità della squadra, oggi tra l'altro priva di Hernandez e Pinilla bloccatisi entrambi nel giro di 24 ore.

 
IL MATCH. Il forfait di Hernandez (affaticamento muscolare) costringe Mangia a schierare l'unica punta disponibile, Miccoli. Il capitano è solo con alle spalle il debuttante Aguirregaray e con Zahavi. Fiducia a Bacinovic in mezzo. Il Palermo soffre sin dall'inizio sul suo lato sinistro dove si alternano nelle discese Isla e Basta. Al 10' proprio da quella fascia viene pescato Di Natale che si gira dal limite dell'area e coglie la traversa. Sempre da destra Isla al 19' mette una gran palla al centro, Asamoah batte a colpo sicuro, ma Tzorvas è reattivo e blocca. I rosa si confermano sterili in trasferta, l'unica occasione del primo tempo è un bel destro di Zahavi al 22' sul quale Handanovic si supera, deviando in angolo. L'ennesima discesa sulla destra è fatale al Palermo. E' il 38': cross di Basta, i centrali salgono, Pisano resta troppo dietro, Di Natale è in gioco e batte Tzorvas. 
Nella ripresa i rosa soffrono terribilmente nei primi dieci minuti, Mangia poi fa entrare Ilicic per un Pisano che non riesce a tenere Armero. Si torna al 4-3-1-2, Aguirregaray va a fare il terzino, Ilicic trequartista con  Zahavi e Miccoli punte. I rosa alzano finalmente il baricentro, costruiscono qualcosa. Un assist di Balzaretti per Miccoli che spreca di testa e un destro sporco dello stesso terzino sinistro che mette in difficoltà Handanovic. Poi ci si mette anche l'arbitro Giannoccaro che al 20' sorvola su un contatto in area friulana tra Ilicic e Danilo: ci stava il rigore. Il Palermo è costantemente nella metà campo dell'Udinese, ma paradossalmente le migliori occasioni sono dei bianconeri. Su tutte il palo di Armero alla mezzora. Al 92' Cetto sugli sviluppi di un corner ci prova di testa, ma non colpisce con forza da pochi passi. Handanovic blocca. Sembra un incantesimo. Il Palermo non riesce ancora a spezzarlo.
 
LA SVOLTA DEL MATCH. Tra ieri e oggi, il Palermo perde per infortunio prima Pinilla e poi Hernandez. Mangia è costretto a schierare soltanto Miccoli per tutta la gara. I rosa sono troppo leggeri in avanti. Il peso del cileno e la profondità che sa dare la Joya sarebbero serviti contro la migliore difesa del campionato.
 
UDINESE-PALERMO 1-0
 
RETE: 38' Di Natale.
 
UDINESE: Handanovic; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Isla, Pinzi, Asamoah, Armero; Floro Flores (22' st Badu); Di Natale (43' st Abdi). 
A disposizione: Padelli, Ekstrand, Neuton, Fabbrini, Torje. Allenatore: Francesco Guidolin.
 
PALERMO: Tzorvas; Pisano (9' st Ilicic), Silvestre, Cetto, Balzaretti; Migliaccio (17' st Della Rocca), Bacinovic (28' st Alvarez), Barreto; Aguirregaray, Zahavi; Miccoli.
A disposizione: Benussi, Mantovani, Munoz, Acquah. Allenatore: Devis Mangia.
 
ARBITRO: Antonio Giannoccaro (Lecce).
 
AMMONITI: Pisano, Pinzi, Benatia.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Natale segna sempre, i rosa mai Trasferte ancora da incubo

PalermoToday è in caricamento