menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Isola, campionato italiano per moto d'epoca con 200 atleti

Scocca l'ora delle "Tre Valli della Conca D'Oro", la manifestazione sportiva giunta alla sua quindicesima edizione. La gara si svolge nel comprensorio di Isola delle Femmine, Capaci e Torretta

Scocca l'ora delle “Tre Valli della Conca D'Oro”, la manifestazione sportiva giunta alla sua quindicesima edizione. L’appuntamento è per oggi e domani. Il quartier generale della kermesse è l’Hotel “La Sirenetta” di Isola delle Femmine. Già ieri sono cominciate le verifiche tecniche per una delle gare più importanti del Campionato di Regolarità Moto storiche, valide per il Campionato Italiano, sul lungomare di Isola Delle Femmine. 

Come ormai da anni, il Moto Club Regolarità 70, unico moto club titolato per la Sicilia, si occupa dell’organizzazione della kermesse. Quest'anno, la gara, come sempre in due giorni, ma con punteggio separato, si svolgerà nel comprensorio triangolato di Isola delle Femmine, Capaci e Torretta.  Motori accesi, quindi, per circa 200 equipaggi provenienti da tutta Italia. 

Ormai da tempo, gli intensi preparativi per la due giorni all’insegna dello sport, vede impegnata una macchina organizzativa che lavora, senza sosta, 24 ore su 24, con la collaborazione dei primi cittadini dei comuni interessati.

“Lo scorso anno, il Moto Club Regolarità 70, grazie all'impegno del suo presidente, Filippo Piazza, e dei vertici, Giuseppe Costantino e Giuseppe di Pace, ha chiuso il protocollo di intesa con il Corpo Forestale per permettere l'accesso ai territori boschivi dove, in genere, si svolgono le gare. Tuttavia, proprio in merito all’accesso a determinati ambienti boschivi, accade che l’organizzazione della manifestazione si scontri con alcune realtà territoriali private, con la conseguenza di mettere a rischio la buona riuscita della gara”, dice Francesca Mandalari, imprenditrice e donna attivamente impegnata nel panorama politico siciliano. 

“Grazie all'impegno di Francesca Mandalari, che si interessa con dedizione allo sport, in quanto mamma di un pilota di enduro, si cerca sempre di superare le difficoltà attraverso un dialogo sempre costruttivo”, spiegano Filippo Piazza, presidente del Moto Club Regolrità 70, Giuseppe Di Pace, direttore sportivo, Francantonio Tudisco, vicepresidente, Giuseppe Costantino ed Emilio Alfisi, componenti del direttivo.  

"Ritengo che questo voglia dire lavorare per la propria terra – spiega Francesca Mandalari - Io ci sarò e rimarrò sul campo gara fino a domenica per dare, in seguito, il mio apporto anche all'organizzazione e al Moto Club Regolarità 70 che merita, sempre, un plauso per la capacità di riuscire a portare in Sicilia, ogni anno, una gara di una risonanza e importanza così forte per questo sport e per la nostra città, in linea con il concetto di Palermo città metropolitana che abbraccia i paesi limitrofi".

“Un grazie va anche alla disponibilità della Società SIS SPA (tratta passante ferroviario contrada Ciachea) nella persona del Geometra Salvatore Pastore e dei suoi collaboratori, che hanno collaborato all'individuazione dei passaggi sui territori necessari, grazie alla concessione di un'area di collegamento indispensabile alla buona riuscita della gara, malgrado le difficoltà legate alle operazioni di cantiere, tutt'ora in atto per il compimento dei lavori della tratta. Questo è la conferma che, quando si crede in un progetto e si ha fiducia nelle sinergie e nella buona riuscita di qualcosa che porti economia, lavoro, sport e un incremento turistico sul territorio, vale la pena impegnarsi. Sempre”, concludono Piazza, Di Pace, Tudisco, Costantino e Alfisi.

CLICCA QUA PER AVERE TUTTE LE INFO
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento