Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Strage di via D'Amelio, torneo commemorativo della polizia al Cus Palermo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Sabato 16 luglio, ore 9.30, allo stadio del Centro universitario sportivo di via Altofonte un evento sociale sportivo organizzato dall'Associazione nazionale della Polizia di stato Sezione provinciale Monreale: “Insieme per il ricordo”. Scenderanno in campo poliziotti, immigrati, imprenditori della Conca d’Oro e bambini provenienti dalla provincia e dai quartieri di Monreale e Palermo.

La manifestazione si articola su due triangolari che vede protagoniste le rappresentative Anps Polizia di stato e squadre miste per gli imprenditori e la Fc Antimafia. Per la seconda gara in campo i bambini della Vis Palermo, Asd Alia, Asd Conca D'oro. Si tratta di un un'iniziativa molto semplice, simile a tanti momenti di amicizia vissuti da ragazzi, quando per stare insieme qualcuno portava un pallone e tutti cercavamo un campetto.

Tutti quanti ci uniremo per un rinnovato impegno morale e civico. Non vogliamo ricordare solo la strage di via D’Amelio, vogliamo ricordare tutte le sensazioni che attraversarono una comunità scossa da un attacco bestiale e senza precedenti al cuore dello Stato che intendeva contrastare la mafia. Vogliamo digrignare i denti per la rabbia come facemmo quando avvertimmo questo senso di impotenza e al contempo sentimmo di non essere disposti a farci sovrastare da esso.

E' un fare memoria che non si esaurisce in lutto e pianto, ma che esige che ognuno faccia qualcosa perchè si possa dire che il 19 luglio del 1992 nulla è finito, nulla è stato perduto. Paolo Borsellino e i nostri colleghi della scorta non ci hanno consegnato un nobile esempio da trasmettere ai nostri figli, ma ci hanno consegnato la responsabilità di spiegare loro cosa è successo in quegli anni e perchè certe mostruosità sono potute accadere. E su come spiegheremo ai nostri figli queste cose non potremo avere sconti.

A loro ai figli dei nostri figli e via via alle generazioni successive. Ricordarci tutto questo, serve a stimolarci a pensare e a operare, con umiltà, senza scoraggiamenti, con entusiasmo, determinazione e responsabilità.Sotto il profilo della legalità c’è ancora molto da fare. Certo le nostre collettività hanno un forte senso Civico, ma occorre perpetrare questi valori. Ma tutti insieme dimostrando che tutto lo Stato, oggi dalle forze dell’ordine, politica, magistratura, sono uniti per lottare contro la criminalità. Prima del calcio d'inizio il minuto di raccoglimento per non dimenticare le vittime della strage di via D’Amelio, l’importanza e il valore della lotta alla mafia. Saranno presenti i familiari delle vittime. Esserci è e sarà un dovere di tutti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di via D'Amelio, torneo commemorativo della polizia al Cus Palermo

PalermoToday è in caricamento