I tifosi rosanero delusi da Pinilla, ma la sua cessione resta misteriosa

Il cileno ieri sera ha fatto di tutto per far capire al Palermo di aver perso un ottimo attaccante. I fan infastiditi dall'esultanza. Poco chiari ancora i motivi del passaggio al Cagliari

L'ex rosanero Mauricio Pinilla

Traditore, Giuda, mercenario. Da ieri sera Mauricio Pinilla è il bersaglio preferito da molti dei tifosi del Palermo. Non è piaciuta l'esultanza dopo il gol: prima una mitragliata, poi l'abbraccio simbolico ai tifosi sotto la rete di recinzione tra campo e curva. Giusto o meno che sia il comportamento del giocatore del Cagliari, di sicuro c'è che ieri il cileno ha fatto di tutto per far capire alla sua vecchia società di aver perso un ottimo elemento.

Pinilla è sceso in campo con tanta rabbia in corpo, con l'atteggiamento di quello che pensa "ora vi faccio vedere io". D'altronde due ore prima della partita attraverso Twitter si era dato la carica. "Tutto pronto per Cagliari-Palermo, forza Cagliari". Il numero 51 si è acceso subito con un colpo di testa che ha chiamato Viviano al super intervento, poi c'ha provato da fuori, infine è riuscito a far male nel secondo tempo. Prima col gol, dopo col siluro su punizione che ha portato al raddoppio di Dessena.  Una prestazione ottima non c'è che dire.

Ora piuttosto che interrogarsi sulla liceità dell'esultanza di un fresco ex (amato sì, ma non una bandiera) bisognerebbe chiedersi perché Icio non ha mai giocato così bene quest'anno a Palermo. Perché la sua cessione non è stata spiegata in modo chiaro? Zamparini non ha mica riempito le casse di viale del Fante dandolo via. Si è detto che il club rosanero si fosse stancato dei continui problemi fisici del cileno, ma da quando è sbarcato in Sardegna ha giocato da titolare quattro partite su quattro.

Cosa è successo allora tra il Palermo e Pinigol? Di sicuro da quello che si è visto in campo ieri sera l'addio non è stato dolce come si è voluto far capire dalle dichiarazioni degli interessati. Magari il tempo darà le risposte che per adesso mancano.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento