menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tifosi palermitani in marcia verso casa Zamparini: "Dichiariamo guerra, pronti a invadere il Friuli"

La provocazione del gruppo "No i chiodi no": "Consegnateci il patron vestito o persino in mutande, è reo di condotta antisportiva nei confronti del popolo palermitano"

I tifosi palermitani sono pronti a "invadere" il Friuli. Nel "mirino" c'è il paese dove vive Zamparini, Aiello. "Verremo con un carretto siciliano ed inonderemo piazze, vie, marciapiedi e centri anziani di panelle, meusa (la milza, ndr), cazzilli e stigghiola". E' il messaggio di provocazione che si legge sulla pagina Facebook di "No i chiodi no". "Le nostre donne stanno preparando le munizioni, i fornelli sono gia accesi - si legge -. Noi siculi non siamo nati ieri. Quando voi abitavate le caverne imparando i primi rudimenti agricoli, noi si inventava la poesia bucolica e si prendeva a pedate nel sedere Atene e tutti gli ateniesi".

Obiettivo della missione nella lontana Aiello del Friuli? Consegnare Maurizio Zamparini "vestito o persino in mutande", poiché "reo di condotta antisportiva nei confronti del popolo palermitano". "Zamparini – si legge ancora – verrà preso e processato in maniera equa, attraverso un famoso metodo di persuasione palermitano: verrà portato un enorme tipico bollitore doc (con garanzia che non è lavato da almeno 10 anni), sarà fritta in loco la meusa e quindi verranno imbottiti dei panini con la succitata e dati al processato, fin quando non confesserà i suoi peccati".

Quindi la chiusura: "Data la proverbiale bontà del siculo, vi diamo un’altra chance: toglietecelo di torno voi stessi, perché noi Zamparini non vogliamo vederlo più neanche in cartolina. Fuori da Palermo". Infine il post scriptum: "Non seguiranno ulteriori avvertimenti. I primi carretti sono gia alle pendici del monte Pellegrino, pronti ad imbarcarsi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento